Euro Basket, la Lituania spezza il sogno italiano, azzurri ko

Euro Basket, la Lituania spezza il sogno italiano, azzurri ko

Basket

Euro Basket, la Lituania spezza il sogno italiano, azzurri ko

Dopo un enigmatico overtime la nazionale italiana viene piegata da una superba Lituania, che spegne il sogno dei cestisti azzurri di accedere alla semifinale contro la Serbia. Gli azzurri rimangono per lungo tempo attaccati alla partita cercando di porre rimedio alle tante distrazioni difensive, raggiungendo in extremis il supplementare ma cedendo nel finale ai lituani, sontuosi dall’arco, con Valanciunas migliore in campo.

Gli azzurri non torneranno a casa, ma dovranno affrontare e battere la Repubblica Ceca (0re 18.30) per conquistare l’accesso al torneo preolimpico del prossimo anno

Si parte con il dubbio Bargnani che viene sciolto nel momento in cui il giocatore ha preso regolarmente parte al riscaldamento insieme agli altri compagni. Nel corso del riscaldamento si rivede pure Datome per la prima volta dopo l’infortunio contro l’Islanda nella prima fase. Ma il giocatore rimarrà poi ai margini della squadra e non farà l’ingresso in campo.

Nello stadio Pierre Mauroy si nota subito una presenza ridondante di tifosi lituani che prevalgono nettamente su quelli italiani.

Il primo quarto si chiude sul 21-20 con Bargnani e Gallinari in panchina e Cusin e Melli sotto le plance.

Nella prima parte di gara è Aradori che segna da due e da tre mentre nella Lituania sono i soliti Maciulis, Kalnietis e Valanciunas a fare la voce grossa consentendo ai lituani di chiudere avanti il primo tempo per 36-37. Il terzo quarto vede ancora avanti i lituani di un punto, per 60-59 con uno strepitoso finale che consente ai lituani di recuperare un mini break degli azzurri firmato da Gallinari e Bargnani. che aveva portato gli azzurri avanti di 5 punti. Il quarto quarto è una girandola di emozioni con gli azzurri sempre ad inseguire e capaci di trovare il 79-79 che ci tiene ancora in corsa solo nei secondi finali. Nell’overtime la Lituania trova da subito il break vincente che manterrà fino al termine, con la tripla finale di Kalnietis che archivia la contesa.

Leggi anche