Euro2016: l'Italia passa agli ottavi. 1-0 con la Svezia

Euro2016: l’Italia passa agli ottavi. 1-0 con la Svezia

Calcio

Euro2016: l’Italia passa agli ottavi. 1-0 con la Svezia

Alle 15 l’Italia del calcio ha affrontato una nuova sfida. Questa volta dall’altra parte del campo c’è la Svezia di Ibrahimovic.

La partita si è giocata sotto buoni auspici. La nazionale arriva dalla vittoria col Belgio che ha dato un’iniezione di fiducia a giocatori e tecnici. Italia-Svezia è la seconda partita del girone E e il ct Antonio Conte – secondo alcune indiscrezioni – lascerà gli undici messi in campo contro il Belgio. Unica differenza Florenzi al posto di Darmian, che nella partita a Lione ha un po’ sofferto. In palio le qualificazione agli ottavi di finale. Ma questa volta nello stadio di Tolosa difronte alla nazionale c’è Zlatan Ibrahimovic e una squadra che non sarà tecnicamente perfetta ma brilla per la forza atletica in campo.

Nel primo tempo la partita si è giocata con toni pacati, in “bianco e nero” dicono i telecronisti. Una partita senza particolari colpi di scena, qualche scatto e tiro in porta da entrambe le parti ma niente di rilevante.

Si conclude con un magro 0-0.

I primi minuti del secondo tempo mostrano invece qualche cambiamento. L’Italia è più aggressiva e marca a uomo i giocatori svedesi. L’aggressività è palese e non manca qualche fallo a danno dell’Italia fischiato dall’arbitro Viktor Kassai. Non mancano gli scontri: la gomitata di Ibrahimovic, il fallo su Chiellini e qualche altra azione un po’ violenta.

Al 71° minuti Ibrahimovic manca un gol che avrebbe segnato il vantaggio della Svezia. Ma l’azione era fuori gioco. Il gol non sarebbe stato valido. La Svezia rischia forse un po’ più dell’Italia. I tiri verso Buffon, che per fortuna interviene e blocca tutto, sono molti. All’80° minuti la tensione è ormai palpabile e Antonio Conte continua ad urlare direttive dalla panchina. Ma i giocatori sono allo stremo. Ancora altri tiri in porta, questa volta sono è l’italiano Marco Parolo a tentare il gol del vantaggio.

Ma il “palo” si mette di mezzo.

All’87° finalmente il gol del vantaggio e a firmarlo è l’italo-brasiliano Éder Citadin Martins
(terzo gol con la nazionale italiana).La Svezia riparte all’attacco ma i minuti scorrono velocemente. L’Italia continua ad attaccare. Vogliono forse “copiare” il risultato di Francia-Albania quando prima del fischio finale “La Bleu” ha segnato ben due gol a poco meno di due minuti di distanza. Il fischio finale interrompe i giochi.

L’Italia passa agli ottavi di finale con un meritato 1-0.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Enrica Marrelli 444 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook