Eurobasket, per l’Italia ora tutto è possibile COMMENTA  

Eurobasket, per l’Italia ora tutto è possibile COMMENTA  

Una squadra che gioca in base agli avversari, non c’è altra spiegazione.

Perché quei ragazzi imbarazzati dalla modesta Islanda sono gli stessi che ieri sera hanno schiacciato “la squadra più forte del torneo”, cioè la Spagna, secondo la definizione di mister Simone Pianigiani.

Leggi anche: Calendario Red Hot contro il bullismo


Quella di ieri è stata una vittoria strepitosa, per l’Italia del basket, una di quelle che cambiano del tutto la percezione della propria forza, del torneo e degli avversari. Adesso diventa tutto possibile.

Leggi anche: 50enne arrestato: sotto la scuola per molestare ragazzina


Nel primo e nel secondo quarto, gli azzurri si sono battuti alla pari, passando più volte in vantaggio, ma chiudendo sempre i parziali sotto, anche se di poco: 20 a 19 per gli iberici alla fine del primo quarto, 45 a 42 alla fine del primo tempo.


Migliore in campo della prima parte di gara è stato Bargnani, monumentale nel suo essere allo stesso tempo roccioso e rognoso e capace di colpi tecnici da far saltare tutti sulle sedie.

L'articolo prosegue subito dopo


Potrebbe andar bene già così, perché l’Italia se la sta giocando: si potrebbe perdere di poco (e già sarebbe un buon risultato) o, addirittura, mettere quel paio di canestri in più al momento opportuno e strappare una vittoria di misura (e sarebbe un risultato ottimo).

Invece, quando i ragazzi del basket tornano in campo per giocare il secondo tempo, qualcosa sembra diverso. Sarà che Gallinari è ovunque, difendendo in modo eccezionale e presentandosi poco dopo sotto canestro a fare i suoi colpi da circo. Sarà che Belinelli, gli spagnoli, non lo vedono neppure e, soprattutto, non si spiegano come faccia a continuare a infilare un tiro da tre dopo l’altro. Sarà che Bargnani si sta trasformando in un impietoso castigatore, pronto a condannare ogni tentativo di reazione spagnolo. Sarà che funziona anche tutto il resto della squadra.

Sarà un insieme di tutte queste cose, ma l’Italia diventa una squadra non più alla portata degli spagnoli e la partita cambia in modo radicale.

Il terzo quarto finisce 63 a 73 con la Spagna sotto di 10 punti. I tifosi spagnoli e italiani non ci credono: per i primi è un incubo, per i secondi il migliore dei sogni.

Ci credono invece gli azzurri che, freddissimi nella tenuta psicologica, tirano dritti fino alla fine del match, quando sul tabellone compare il conteggio conclusivo: 98 a 105, e, a sopresa, il 105 è il punteggio italiano.

Non se l’aspettava nessuno e questo ha forse giocato a favore degli azzurri, ma, numeri alla mano, la Spagna non ha giocato affatto male (eufemismo, in realtà, perché ha fatto 98 punti, di cui 34 firmati Gasol).

Ora, per l’Italia, il motto diventa ‘tutto è possibile’.

Leggi anche

donald trump
Esteri

Cos’è successo di preciso fra Donald Trump, Taiwan e la Cina

Donald Trump si muove, secondo alcuni, come l’elefante nel negozio di cristalli. Il nuovo presidente USA già al centro di un caso diplomatico. Il neo eletto 45 esimo presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump ha già fatto infuriare la Cina. Non ancora insediato alla Casa Bianca (lo sarà a partire dalla metà del prossimo mese di gennaio), il tycoon sembrerebbe essere incappato in una gaffe diplomatica. O forse, come evidenziano alcuni commentatori, non si è trattato di una gaffe, ma di un comportamento cercato e voluto: di una provocazione ai danni di Pechino. La questione è molto semplice. Donald Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Eurobasket, per l’Italia ora tutto è possibile | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*