Europa League: Lazio ed Udinese sorridono. Tutto sulle loro avversarie COMMENTA  

Europa League: Lazio ed Udinese sorridono. Tutto sulle loro avversarie COMMENTA  

E se fosse davvero una stagione fortunata per l’Italia nelle Coppe Europee? Dopo il sorteggio nel complesso non impossibile per le tre di Champions, anche Lazio ed Udinese, che seppur non senza fatica sono riuscite a farsi strada in Europa League, trovano avversari tutt’altro che imbattibili nel sorteggio dei sedicesimi di finale, considerato soprattutto che partivano da una condizione molto pericolosa, quella di non teste di serie che le esponeva al pericolo di incontrare le escluse di lusso dalla Champions come il Porto o le due squadre di Manchester. Ed invece alla Lazio è capitato l’Atletico Madrid, che ha terminato al primo posto proprio nel girone dell’Udinese mentre i friulani dovranno vedersela con il Paok Salonicco che ha terminato al comando il girone A eliminando il Tottenham. Gare di andata a Roma ed Udine il 16 febbraio, ritorno una settimana più tardi. Sorteggiato anche il tabellone degli ottavi: in caso di qualificazione la Lazio affronterà la vincente di Sporting Braga-Besiktas mentre l’Udinese potrebbe vedersela con una tra Az Alkmaar ed Anderlecht. E’ andata paradossalmente molto peggio alle squadre di Manchester: il City sfiderà infatti il Porto mentre lo United giocherà contro l’Ajax. Tutte e quattro reduci dalla Champions.


I colchoneros stanno vivendo una stagione anonima nella Liga (sono solo quattro i punti di vantaggio sulla zona retrocessione) ed hanno rimesso in piedi a fatica il girone di Europa League, competizione che i madridisti vinsero nel 2010 per poi fare il bis nella Supercoppa Europea dell’agosto successivo contro l’Inter di Benitez.

Ma molte cose sono cambiate da quel giorno, a partire dalla coppia di attaccanti titolari: salutati Forlan ed Aguero, il nuovo bomber Falcao sta provando a non farli rimpiangere ma la Lazio di questi primi mesi di stagione può farcela.

Ancora meglio è andata a Guidolin: nel derby tutto bianconero contro il Paok infatti l’Udinese dovrà sfidare una squadra alla portata e protagonista fin qui di una stagione deludente (quarto posto a meno cinque dal Panathinaikos), salvata solo dal buon comportamento europeo.

L'articolo prosegue subito dopo

Una squadraperò forte di un organico di prim’ordine. Agli ordini del navigato allenatore Lazlo Boloni (uno che all’Italia ha già fatto male con la maglia della Romania estromettendola dalla corsa verso l’Europeo ’84), infatti, gioca una buona parte della nazionale greca, tra cui il bomber Salpigidis ed Athanasiadis. Attenzione anche al centrocampista portoghese Vieirinha e pure al “vecchio” Bruno Cirillo, che dopo i trascorsi all’Aek sta raccogliendo altre soddisfazioni in Grecia. Ma Di Natale, Isla e compagni non possono certo avere paura.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*