Europa League: l’Udinese cede in Olanda (2-0)

Calcio

Europa League: l’Udinese cede in Olanda (2-0)

Brutta serata per l’Udinese che compromette buona parte delle sue chances di qualificazione ai quarti di finale di Europa League: all’AFAS Stadion l’Az Alkmaar vince per 2-0 con pieno merito dopo una partita dominata quasi per intero. Trova quindi conferma il difficile momento attraversato dai friulani soprattutto a livello fisico: non si è visto nulla del consueto atteggiamento aggressivo dei guidoliniani, a lungo schiacciati davanti ad Handanovic ed incapaci di reagire, non solo per l’assenza di Di Natale, tenuto in panchina fino al 79’ in vista degli impegni di campionato. Solo per un breve tratto della ripresa si è vista la vera Udinese ma il ritmo imposto alla partita dagli olandesi è parso davvero insostenibile. Primo tempo soffertissimo quello dei bianconeri che sfiorano il gol in apertura con un sinistro dalla distanza di Asamoah su angolo di Pinzi ma poi faticheranno per arginare i ripetuti attacchi degli olandesi, pericolosi al 10’ con un tiro di Elm che impegna Handanovic, bravo in due tempi nel salvare la propria porta.

Ma senza Di Natale la squadra di Guidolin fatica a salire, schiacciandosi troppo nella propria metà campo e concedendo troppo l’iniziativa all’Az che prende il possesso delle fasce dove Ferronetti e Pasquale sono troppo timidi.

Le cose migliorano in avvio di ripresa: dagli spogliatoi rientra una squadra trasformata e più determinata ma è solo un’illusione della durata di un quarto d’ora: il tempo per un’occasione di Pasquale, che conclude di poco sul fondo dalla distanza, ma poi l’Az riprende l’inziativa e l’Udinese cede di schianto. Il risultato lo sblocca Martens al 17’ con un preciso colpo di testa: sterile la reazione dei bianconeri, pericolosi con un colpo di testa di Ferronetti ma al 39’ un’altra incursione in area, questa volta di Falkenburg, supera Handanovic e mette tutta in salita la strada dell’Udinese verso la qualificazione. La squadra di Guidolin non ha gambe e testa per reagire e rischia il tracollo: ci vuole Handanovic per tenere in vita la fiammella allo scadere prima sullo scatenato Falkenburg e poi su Altidore. Ma per quanto visto all’AFAS Stadion, il divario è parso molto più netto del previsto e del prevedibile.

Az Alkmaar-Udinese 2-0

Marcatori: 63′ Martens; 84′ Falkenburg

Az Alkmaar: Esteban; Marcellis, Poulsen, Vieirgrever, Moisander; Maher, Elm, Martens (77’ Falkenburg); Beerens (74’ Gudmundsson), Altidore, Holman (85’ Ortiz). (Heijblok, Reijnen, Klavan, Boymans). All.: G.

Verbeek.

Udinese: Handanovic; Benatia, Danilo, Domizzi, Ferronetti, Pazienza, Pinzi, Asamoah, Pasquale (79’ Di Natale), Armero,Floro Flores. (Padelli, Neuton, Battocchio, Ekstrand, Bedin, Marsura). All.: F. Guidolin.

Arbitro: Fernandez Borbalan (Spagna)

Ammoniti: Domizzi, Pazienza e Danilo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche