Europa League: si qualifica anche l’Udinese COMMENTA  

Europa League: si qualifica anche l’Udinese COMMENTA  

En plein. Dopo il tre su tre in Champions l’Italia qualifica altre due squadre alla fase “primaverile” delle coppe europee: dopo la Lazio infatti passa il turno in Europa League pure l’Udinese che ottiene contro il Celtic il pareggio che cercava per accedere ai sedicesimi. Una bella dimostrazione di forza e di qualità per la squadra di Guidolin, pur priva di diversi titolari in vista del fondamentale doppio impegno contro Lazio e Juventus. Non è stata certo una serata indimenticabile dal punto di vista del gioco per i bianconeri, condizionati da una stanchezza che si fa crescente, ed il problema è che Di Natale ha confermato il periodo di appannamento dell’ultimo mese. Eppure è stato proprio Totò a togliere le castegne dal fuoco pareggiando a fine primo tempo sfruttando un pallone vagante in area il gol con cui un quarto d’ora prima Hooper aveva illuso gli scozzesi, approfittando di una grave incertezza della difesa friulana (il rinvio di Handanovic aveva colpito Ekstrand) ad azione che pareva ormai finita.


Il vantaggio del Celtic non era comunque arrivato inatteso né immeritato visto che per quasi tutto il primo tempo la squadra di Lennon si era fatta preferire per palleggio e capacità di creare occasioni rispetto ad un’Udinese bloccata, con Di Natale troppo solo là davanti visto che Abdi più che il trequartista ha fatto il mediano aggiunto. Clamorosa l’opportunità fallita dallo stesso Hooper che al 23’ aveva calciato sul fondo solo davanti al portiere bianconero. Un primo tempo condizionato dal grave infortunio di Badu, rimasto vittima di una sospetta frattura del perone in uno scontro di gioco: un duro colpo per Guidolin, che impone i Pozzo di intervenire sul mercato a gennaio, magari con qualche giocatore già pronto e non solo con le “solite” scommesse. Ma il pareggio ha svegliato l’Udinese, che nella ripresa è scesa in campo più aggressiva. Di Natale si muove molto e crea varchi per gli inserimenti dei compagni, Isla ed Asamoah sfiorano il vantaggio ma alla mezz’ora il Friuli trema per il palo di Cha Du Ri, il migliore dei suoi benchè protagonista del “giallo” finale in tutti i sensi visto che l’arbitro lo ammonisce per due volte senza espellerlo. Ma è l’ultimo brivido, ed anzi il finale vede un altro, insolito errore di Di Natale. Poco male, per il momento. L’Udinese corre anche in Europa.

Udinese-Celtic 1-1

Marcatori: 28′ Hooper; 45′ Di Natale

Udinese: Handanovic; Benatia, Danilo, Ekstrand; Basta, Badu (29′ Pinzi), Doubai (46′ Isla), Asamoah, Armero; Abdi; Di Natale. (Padelli, Neuton, Pereyra, Pinzi, Isla, Fabbrini, Floro Flores). All.: F. Guidolin.


Celtic: Forster; Cha, Majstorovic, Wanyama, Mulgrew; Brown, Kayal(74′ Stokes); Forrest, Ki, Samaras; Hooper. (Zaluska, Wilson, Stokes, Bangura, Toshney, George, Twardzik). All.: N. Lennon.

Arbitro: Koukoulakis (Grecia)

Ammoniti: Armero, Forrest, Danilo, Cha.

Leggi anche

Totti parla del suo futuro
Calcio

Totti parla del suo futuro

Francesco Totti, ieri sera, ospite a L'Intervista di Maurizio Costanzo, parla del suo futuro calcistico e si lascia andare. Ecco le sue parole. Ieri sera, all'Intervista di Maurizio Costanzo, l'ospite è stato il capitano della Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*