Europa League: triplo successo delle italiane, i viola a valanga, bene Lazio e Napoli

Europa League: triplo successo delle italiane, i viola a valanga, bene Lazio e Napoli

Calcio

Europa League: triplo successo delle italiane, i viola a valanga, bene Lazio e Napoli

E’ la serata perfetta quella delle tre italiane di Europa League, che centrano l’ein plein in Europa ed escono tutte vincitrici dai loro match. Una strepitosa Fiorentina, con una prova autorevole rifila quattro reti in casa del Belenenses, dominando in lungo e in largo i modesti avversari, surclassati sul piano tecnico e tattico.

E’ Bernardeschi a portare in vantaggio i viola, ribadendo a rete da distanza ravvicinata una corta respinta del portiere lusitano. Il raddoppio porta la firma di Babacar, che conclude da fuori area, beneficiando di una deviazione che spiazza ancora una volta l’estremo difensore portoghese. La terza rete è un autogol di Tonel che devìa sulla propria porta un traversone di Kuba, mentre il poker è firmato da Rossi, che conclude splendidamente un contropiede e torna al gol dopo una lunga astinenza dovuta al lungo infortunio che l’ha tenuto lontano dai campi di gioco.

Rocambolesco 3-2 per la Lazio, che supera il Saint Etienne dopo essere passato in svantaggio dopo 6 minuti, per mano di Sall. Il pari è firmato da Onazi, e il sorpasso è opera di Hoedt sugli sviluppi di una punizione di Biglia. I biancocelesti hanno beneficiato anche dell’espulsione di Beric, per una gomitata rifilata a Mauricio.

La Lazio trova anche la terza rete ancora con Biglia, e i francesi rimangono in 9 per l’espulsione anche di Sall. Nonostante l’inferiorità il Saint Etienne non si arrende e accorcia le distanze con Monnet-Paquet. Ma sono i biancocelesti ad esultare al triplice fischio.

Il Napoli espugna Varsavia superando per 2-0 il Legia Varsavia e balzando in testa al girone a punteggio pieno. Dopo un primo tempo dominato il risultato rimane sullo 0-0 con i partenopei che sprecano troppo. Nella ripresa è Mertens a sbloccare il risultato al 53′ di testa mettendo la partita in discesa. La reazione dei polacchi è praticamente inesistente. Ci pensa Higuain a mandare in archivio il match a 5 minuti dal termine, dopo avere fatto il proprio ingresso in campo. L’argentino scarica sul sette il proprio destro e regala la certezza del successo.

Leggi anche