Europei Volley maschile, Francia campione, Italia terza

Sport

Europei Volley maschile, Francia campione, Italia terza

Si sono conclusi ieri sera i Campionati Europei di volley maschile e, a vincere, è stata la Francia, mentre per l’Italia è arrivato il terzo posto.

Soltanto un terzo posto, viene da dire, perché, alla portata degli azzurri, avrebbero potuto esserci anche altri obiettivi, ma la sconfitta in semifinale contro la Slovenia ha interrotto, e in modo parecchio brusco, il cammino della nazionale.

La squadra di Blengini ha dimostrato ancora una volta (dopo la recente World Cup disputata in Giappone, in cui l’Italia si è guadagnata con pieno merito l’accesso diretto alle Olimpiadi di Rio del prossimo anno) di essere una delle formazioni di punta del volley mondiale. Il sestetto base ha elementi di assoluto valore, come Ivan Zaytsev o Simone Giannelli – gente che giocherebbe titolare ovunque, per intenderci – accanto a giocatori ottimi, ai quali manca solo un po’ di continuità.

Contro la Slovenia, in semifinale, è andato tutto male, con Giannelli poco lucido e gli attaccanti imprecisi, ed è finita che in finale ci sono finiti i nostri avversari.

Subito sotto nel primo set in modo pesante (25 a 13), l’Italia ha poi pareggiato i conti (23 a 25), ma ha poi ceduto di schianto nei successivi due parziali rimediando due 25 a 20 consecutivi, per il 3 a 1 finale a favore degli sloveni.

Poco dopo, la Francia si è guadagnata la finale sconfiggendo la Bulgaria padrona di casa al quinto set dopo avere recuperato un 2 a 0 iniziale, proprio come contro l’Italia (18-25, 22-25, 26-24, 25-21, 15-12).

Nella finale per il terzo – quarto posto disputata ieri pomeriggio, gli azzurri hanno poi battuto la Bulgaria per 3 a 1 (25-20, 25-14, 23-25, 25-20). Una prova non eccezionale, ma comunque di buon livello (55% in attacco), più che sufficiente per vincere il match e salire almeno sul podio, seppure sul gradino più basso.

Nella finale dell’europeo, infine, di fronte si sono trovate la Francia e la Slovenia.

La prima è una formazione di altissimo profilo, con giocatori in media molto forti e con l’aggiunta di alcune individualità di strepitoso talento, come lo schiacciatore Ngapeth. La seconda, invece, è una squadra rispettabile, trasformata in ottima dalla presenza di un ct, il nostro Andrea Giani (sì, proprio quel Giani), che riesce quasi a trasmettere ai suoi una parte dell’incredibile talento pallavolistico del quale il destino ha deciso di dotarlo.

La Slovenia ha perso per inesperienza, dimostrandosi incapace di gestire partite di così alto livello. Ha perso in modo netto il primo set per 25 a 19, poi ha giocato molto bene, fino ad avere fra le mani i set ball sia nel secondo, sia nel terzo parziale, ma, a vincere, è stata in entrambi i casi la Francia, sempre per 29 a 27. Non bisogna, in tutto ciò, omettere di evidenziare la forza della nazionale francese, al momento senza alcun dubbio la squadra più forte del continente, anche dal punto di vista mentale, perché recuperare per due volte da 0-3 a 3-2 in un quarto di finale e in una semifinale non è cosa per tutti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche