EVA E LUCA

Bologna

EVA E LUCA

Nonostante le ricerche della polizia continuino, i due
quindicenni scappati di casa per gli scarsi rendimenti scolastici nella giornata di ieri hanno
rassicurato i genitori tramite il social network. Stanno bene e presto
faranno ritorno a casa. Eva a Rastignano, Luca a Bologna. Nel post giunto in
giornata, a 6 giorni dalla scomparsa, le poche righe accusano chi ritiene loro dei pazzi
scriteriati. Questa era un’esperienza ambita e studiata nei particolari; i 200
euro che Eva portava con sé era il gruzzoletto strappato ai genitori per le fantomatiche
ripetizione di latino, destinato di fatto a quella fuga premeditata da settimane. Probabilmente ora il denaro e’ finito, sette notti fuori casa ed
il sostentamento alimentarei debbono avere eroso la cifra. Speriamo davvera che i due ragazzi rioccupino presto i due banchi vuoti della seconda liceo della sezione B Liceo dell’Istituto Mattei, e che soprattutto raggiungano sani e salvi le famiglie provate.

Sconcertano la leggerezza, la superficialità e la disinvoltura del gesto, forse tipici per tanti adolescenti, che, oltre alle forze dell’ordine, stanno mobilitando sentimentalmente compagni, corpo docente, e reso giorni da panico aii genitori.

Il gesto e’ già stato emulato nella giornata di ieri da altre due ragazze rumene di 15 anni, che frequentano un altro Istituto a Bologna. Contiamo tutti sul buon esito dello sconsiderato gesto e, perchè no, su qualche pentimento, affinchè non diventi eroe da emulare chi davanti ad un problema sceglie la fuga.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...