Eventi Carnevale 2015 in Veneto COMMENTA  

Eventi Carnevale 2015 in Veneto COMMENTA  

0

 

Il carnevale 2015 si sta avvicinando, solo poche settimane dividono infatti i bambini da una delle feste più amate dell’anno. I coriandoli, le sfilate dei carri addobbati a tema, le maschere e i costumi sono sicuramente i fattori più amati dai piccoli di ogni città, ma molti eventi hanno anche un retroterra storico che richiama grandi appassionati tra gli adulti.

Leggi anche: Ylenia Carrisi, ecco il risultato del test del Dna


In Veneto, questa festa è particolarmente sentita, e ogni comune ha già stilato un ricco calendario pieno di eventi. Ogni città inizierà le proprie manifestazioni in giorni diversi, ma le feste più importanti si terranno nei giorni 14-15 e 16 Febbraio, il weekend di carnevale. Ad esempio a Casale di Scodosia in provincia di Padova (dove si può ammirare uno dei migliori carnevali della regione), nel weekend sono previste varie visite culturali, come quella prevista al Monastero dei camaldolesi, grazie ad una guida vestita con una maschera tipica del territorio che farà vivere una visita tutta particolare. Stesso schema anche per il Museo dei mestieri. Successivamente ci sarà un buffet di piatti tipici in piazza e una fiera del mercato di prodotti tipici. Il 1° febbraio, l’8 febbraio, il 14 e il 15 febbraio, il corso principale verrà attraversato da un bellissimo corteo di maschere.

Leggi anche: Etna, allarme della Coldiretti: ‘Ingenti i danni della cenere vulcanica sulla raccolta di arance’


 

 

 

 

Leggi anche

funerale-don-antonio
Cronaca

Morte Don Antonio: si alzano le mattonelle della Sonrisa

Strano fenomeno dopo la morte di Don Antonio Polese, noto a tutti per la sua trasmissione 'il Boss delle Cerimonie' e per la celebre villa da lui realizzata nella quale il programma televisivo veniva ambientato. Secondo quanto raccontato dal caposala La Sonrisa, Davide Gaetano, dopo la morte del boss nella villa sarebbe accaduto qualcosa di molto strano. In un intervista al giornale locale Il corrierino, Gaetano ha spiegato che, come gli è stato raccontato, dopo la morte di Don Antonio le mattonelle della sala della sua casa nel quale era stata allestita la camera ardente, quelle che portavano dalla bara Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*