Evento raccolta fondi per Emergency in Sardegna COMMENTA  

Evento raccolta fondi per Emergency in Sardegna COMMENTA  

Sabato17 dicembre ore 20:00
Agriturismo Su Stai – Podere Valbella (Sanluri)
CENA DI RACCOLTA FONDI A SOSTEGNO DI EMERGENCY (Centro pediatrico Bangui Repubblica Centrafricana)
La cena prevede una quota di partecipazione di 20 euro.

Leggi anche: Cagliari: uccide per frase su facebook

I posti disponibili sono 120 ed è necessario versare in anticipo la quota. La cena sarà a base di prodotti locali.
Sarà presente un banchetto informativo, tesseramento e gadget di Emergency.

Leggi anche: Alla Fiera la sesta edizione di “Fiori e Spose”

Durante la cena si terrà l’estrazione dei biglietti vincenti della sottoscrizione a premi
Con il concorso Seminalibri di Su Stai potrai inoltre vincere un’altra cena.


Info e prenotazioni:
Nicola 3471411284 (Emergency) – Tore 3480446461 (Su Stai) – emergency.serrenti@gmail.com

Per arrivare all’agriturismo Su Stai:
1. prendere la direzione Vallermosa/Villacidro per 300 metri, alla rotonda svoltare a destra per Villacidro;
2. proseguire per 1,5 km e svoltare a destra su una strada asfaltata (cartello agriturismo);
3. proseguire per circa 1 km e aggirare Casa Stagnetto;
4. seguire i cartelli Agriturismo Valbella.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Cagliari: uccide per frase su facebook
Sardegna

Cagliari: uccide per frase su facebook

Anche una frase scritta su un social come Facebook può scatenare la lite e portare alla morte, come è successo a Cagliari. La storia può sembrare davvero inverosimile, ma è quanto successo a Cagliari tra due uomini, provocando la morte di uno dei due. Alessandro Picci di anni 47 è morto per colpa di un 22enne a causa di una frase scritta su Facebook e che ha scatenato l'ira omicida. I due si conoscevano, sono vicini di casa, e a una frase di Picci relativa a un commento su un post di Aru, quest'ultimo ha deciso di presentarsi sotto casa Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*