Evoluzione Eevee Pokèmon Go: come sceglierla COMMENTA  

Evoluzione Eevee Pokèmon Go: come sceglierla COMMENTA  

evoluzione eevee più forte in pokemon go
evoluzione eevee più forte in pokemon go

Ecco alcuni stratagemmi consigliati per l’evoluzione Eevee nel gioco dei Pokèmon Go, e come poterla scegliere

Eevee rappresenta senza dubbio uno dei Pokemon più ricercati da parte degli utenti appassionati di Pokèmon Go proprio per la facilità con la quale può essere trovato e perchè necessità di una quantità di caramelle limitate per evolversi (in pratica ne bastano solo 25). Eevee può produrre un trio di altri animaletti davvero efficaci sia in fase offensiva che difensiva.

Leggi anche: Eevee Pokemon Go: dove trovarlo


In cima alla lista spicca sicuramente Vaporeon, che insieme a Flareon e a Jolteon rappresenta un terzetto di pokèmon di natura acquatica, fuoco e elettrica. Gli utenti hanno la possibilità di forzare le loro evoluzioni in quelli a disposizione attraverso uno stratagemma ricavato da una puntata dei Pokèmon trasmessa molto tempo fa.

Leggi anche: Come evolvere Eevee in Jolteon, Vaporeon o Flareon in Pokemon GO


Di certo si tratta del Pokemon che si cattura più agevolmente ed evolve facilmente, soprattutto nel caso di Vaporeon, straordinario sia in fase di attacco che di difesa.

In pratica è possibile scovarli in tutte le palestre proprio per l’alta attitudine offensiva e difensiva. I tre Eevee, Vaporeon, Flareon e Jolteon possono evolversi in modo ‘forzato’ cambiando il nome, manualmente, ma solo prima della fase evolutiva.

L'articolo prosegue subito dopo

Questo sarebbe lo schema consigliato:

Pyro: Flareon
Sparky: Jolteon
Rainer: Vaporeon
Qualora non si adoperi questo trucchetto le evoluzioni di Eevee sono assolutamente casuali. .

Leggi anche

Windows Store.
Tecnologia

Windows Store non scarica app: cosa fare

Download bloccati per motivi imperscrutabili: cosa fare quando il mai particolarmente munifico Windows Store non scarica le app? Ecco alcuni suggerimenti. Nella maggior parte dei casi, gli utenti di sistemi operativi come Windows o Android, ma anche di i normali possessori di un PC, per i loro acquisti telematici di software "utile", preferiscono andare a colpo sicuro su prodotti certificati e dalla verificata e verificabile reputazione. Ecco perché le principali fonti di aggiornamento di app e software rimangono i negozi online "ufficialmente riconosciuti", come Google Play o Windows Store. Per quanto riguarda quest'ultimo, tuttavia, c'è da registrare un bug alquanto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*