L’ evoluzione dei pagamenti: l’infografica di BANCOMAT

Economia

L’ evoluzione dei pagamenti: l’infografica di BANCOMAT

INFOGRAFICA BANCOMAT

La società BANCOMAT in collaborazione con la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio ha realizzato un’infografica che racconta l’evoluzione dei metodi di pagamento.

La società BANCOMAT in collaborazione con la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio ha realizzato un’infografica che racconta l’evoluzione dei metodi di pagamento.

L’evoluzione dei pagamenti nella Storia” ripercorre tutti le fasi principali dei pagamenti dalla loro nascita fino ad arrivare ai giorni nostri. Nella visione ci guiderà una simpatica anatra che grazie alle didascalie ricche di informazioni, istruirà anche i più piccoli nell’uso consapevole degli strumenti di pagamento.

Dal baratto alle carte

Si inizia dal baratto, la prima forma storica dello scambio commerciale di beni, una fase ben anteriore alle forme di scambio monetario. Basato sullo scambio di prodotti e servizi, dove il valore dei beni oggetto dello scambio viene considerato equivalente fra le part. Si è diffuso ai tempi degli egizi, cretesi e greci, garantiva la soddisfazione di più produttori di merci diverse.

Il baratto stava garantendo uno sviluppo economico che naturalmente portò all’ introduzione delle monete di metallo. Inizialmente erano delle semplici barre di ferro, solo successivamente furono costruite con un peso prestabilito. Il maggior sviluppo è da attribuire all’impero macedone e a quello romano.

Poi l’avvento delle banconote. Nate in Cina nel IX secolo d.C e fatte conoscere nel vecchio continente da Marco Polo. Create con fibre di lino e cotone, quelle moderne si diffusero in Europa solo in età napoleonica.

Ma ecco la vera rivoluzione: la nascita della prima carta di pagamento che ha definitivamente dato inizio ad una nuova era. Fu introdotta negli USA nel 1950 grazie alla Diner Club Inc. A quell’epoca naturalmente non erano ancora elettroniche ma funzionavano con dei dispositivi manuali che trasferivano su carta l’impronta dei dati dalla carta. Con le prime carte era possibile pagare evitando di portare con se grandi quantità di denaro.

Le carte digitali in Italia: Pagobancomat e Bancomat

In italia le carte di debito hanno cominciato a diffondersi nel 1983 grazie al primo circuito BANCOMAT; pochi anni dopo è nato il servizio di pagamento PagoBANCOMAT. Grazie alla tecnologia a microcircuito le carte offrono la possibilità di prelevare con massima sicurezza e comodità.

Ricordiamo che in Italia sono presenti oltre 51 mila ATM, 1.9 mila POS ed infine 37 milioni di carte BANCOMAT/ PagoBANCOMAT.

Le nuove tecnologie a supporto dei pagamenti si stanno evolvendo rapidamente. Elevati standard di sicurezza dei microchip permettono di velocizzare le operazioni, oggi dalla banda magnetica si è arrivati alle carte contactless.

Infine nell’ultima parte dell’infografica, pagamenti del futuro, il nostro protagonista chiede a noi utenti come ci immaginiamo i nuovi pagamenti. Lo chiede mostrandoci un più semplice pagamento presso un ristorante ed una stazione ferroviaria; grazie alle nuove tecnologie non ci sarà più bisogno di nient’altro, ci basterà avere con noi la nostra carta.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche