F1, Duello Mercedes-Ferrari per l’onore del Mondiale COMMENTA  

F1, Duello Mercedes-Ferrari per l’onore del Mondiale COMMENTA  

Niente è ancora deciso, almeno fino in Brasile. Serviranno ancora due tappe (decisive) per decretare la scuderia più “normale” del campionato mondiale. Mercedes o Ferrari (separate da 11 punti), Italia o Germania? Una sfida infinita, che si preannuncia ad alto livello. Lo sconfitto Alonso contro l’inflessibile Hamilton, il congedato Massa contro l’insidioso Rosberg. I punti sono tutti o quasi, a favore del Team tedesco, ma la voglia di mettersi in mostra di Felipe, ancora in cerca di un sedile per il prossimo anno (quasi ufficiale l’approdo in Williams) e la rabbia repressa di Fernando, possono sicuramente aiutare per ribaltare una situazione al momento molto critica.


Il GP di Abu Dhabi ha messo in evidenza le solite grandi difficoltà del cavallino soprattutto in qualifica. Molte lacune si sono evidenziate però anche nel long run demoralizzando ancor di più Fernando Alonso, sempre più pensieroso e rassegnato. La prova di forza in gara del pilota spagnolo (Nonostante i gravi limiti) però,  ha comunque fatto notare la volontà di concludere al meglio una stagione disastrosa, cercando di conquistare a tutti i costi, il 2° gradino della classifica costruttori.


Le ultime uscite infatti hanno risvegliato l’orgoglio della Mercedes pronta a dare battaglia alla scuderia di Maranello, pur di acciuffare quei preziosissimi 8 milioni di euro in più, rispetto al 3° classificato (in ballo prestigio e consensi nel paddock). Rosberg e Hamilton da tempo hanno lanciato il guanto di sfida per l’onore e il demerito di aver concluso alle spalle dell’incredibile Red Bull, ma che di questi tempi, purtroppo, può significare davvero molto, anche se risulterà sempre come una dolorosa sconfitta.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*