F1, Ecclestone: Tra problemi giudiziari e nuovi GP nel 2014 COMMENTA  

F1, Ecclestone: Tra problemi giudiziari e nuovi GP nel 2014 COMMENTA  

Ancora nuovi colpi di scena sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto il “Boss” della Formula 1. Ad ottobre Bernie Ecclestone dovrà presentarsi in Germania e rispondere alle pesanti accuse di corruzione per il caso Gribkowsky (il banchiere che lo avrebbe agevolato nella vendita dei diritti del campionato mondiale), ma ad aggravare ulteriormente la situazione negli ultimi giorni, è il tribunale di Londra che secondo il Financial Times avrebbe chiesto al Patron del “Circus” di consegnare tutti i documenti relativi alla vendita dei diritti dalla banca tedesca (Bayern LB) a CVC (il gruppo finanziario di Ecclestone), sostenendo che il valore delle azioni è stato svalutato, conseguendo un danno pari a 170 milioni di dollari alla Bayern LB. Sicuramente un’accusa tutta da valutare, forse una ripicca più che una presa di posizione da parte dei tedeschi, che vorrebbero far crollare definitivamente l’indistruttibile castello del magnate inglese.


Intanto Ecclestone si prepara comunque alla prossima stagione gettando le basi per il nuovo calendario del 2014. A sorpresa due nuovissimi circuiti come quello di Buddh in India e di Yeongam in Sud Corea, sono stati cancellati (Probabile il loro rientro nel Mondiale 2015.) per far posto ad altre realtà internazionali come il GP di Russia, dell’Austria e il GP Americano del New Jersey, ristabilendo definitivamente i 20 GP annuali.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*