F1, GP di Gran Bretagna: Rosberg Re d’Inghilterra. Disastro Pirelli COMMENTA  

F1, GP di Gran Bretagna: Rosberg Re d’Inghilterra. Disastro Pirelli COMMENTA  

Nico Rosberg si aggiudica il GP di Gran Bretagna. Sul leggendario circuito di Silverstone il pilota tedesco della Mercedes riesce a vincere una gara rocambolesca mettendosi alle spalle gli agguerriti Mark Webber (2°, Red Bull) e Fernando Alonso (3°, Ferrari). Hamilton (Mercedes), partito in pole, chiude 4°, davanti a Raikkonen (5°, Lotus) e Massa (6°, Ferrari).

 

CRONACA DEL GP: Subito grandi emozioni alla partenza. Sebastian Vettel riesce ad approfittare dell’indecisione di Rosberg e a portarsi in 2^ posizione alle spalle di Hamilton. Brutta partenza invece per Webber (Red Bull), che dalla 2^ fila iniziale, riesce a farsi sfilare fino alla 14^ posizione, per un errore in accelerazione. Ottimo spunto anche per Massa (partito 12°), che grazie anche all’indecisione del pilota australiano, riesce a portarsi in 5^ piazza.


All’ottavo giro però inizia l’incredibile, con la Pirelli ancora una volta chiamata in causa. La Mercedes di Hamilton (fino a quel momento in testa alla corsa) subisce la foratura dello pneumatico posteriore sinistro, compromettendo tutta la gara (ricomincerà dal fondo).  Dopo due giri anche Felipe Massa (in 4^ posizione) ha la stessa sorte. Il pilota brasiliano del cavallino sarà costretto a ripartire dall’ultima posizione. I Team si rendono conto della situazione, e al 10° giro incominciano a richiamare ai box i propri piloti per il primo pit-stop. Alonso nel frattempo (partito in 10° posizione) incomincia a rimontare e a portarsi in 4^ posizione, subito dietro la Force India di Di Resta. Ma al 15° giro anche la Toro Rosso di Ricciardo subisce l’ennesima foratura costringendo questa volta la safety car ad entrare in pista, per consentire ai commissari, di ripulire i pericolosi detriti sparsi sul tracciato.


La gara riprende al 22° giro con tutte le vetture raggruppate, questa volta con Vettel in testa davanti a Rosberg, Di Resta , Alonso, Raikkonen, Hamilton e Webber. Al giro 30 si riaccende la bagarre dei pit-stop con Vettel e Rosberg, già con un discreto vantaggio dagli inseguitori. Ma al 42° giro succede l’impensabile con il ritiro di Sebastian Vettel per un problema al cambio. Rientra in pista la safety car e il gruppo si ricompatta di nuovo. Si ricomincia al 45° giro con gli ultimi 6 giri di fuoco. Rosberg riesce a ripartire e a chiudere al comando, ma con Mark Webber e uno strepitoso Fernando Alonso, che riescono a rimontare fino alla 2^ e 3^ posizione finale.


 

Classifica Piloti: 1. Vettel (132 pt.) – 2. Alonso (111 pt.) – 3. Raikkonen (98 pt.) – 4. Hamilton (89 pt.)

Classifica Costruttori: 1. Red Bull (168 pt.) – 2.

L'articolo prosegue subito dopo

Mercedes (171 pt.) – 3. Ferrari (168 pt.) – 4. Lotus (124 pt.)

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*