F1, Processo Mercedes-Pirelli: Domani il verdetto finale

Auto

F1, Processo Mercedes-Pirelli: Domani il verdetto finale

E’ stato un giovedì di passione a Place de la Concorde. A Parigi, nel tribunale internazionale della FIA, si è dato inizio al caso “pneumatici”. La Mercedes, accusata da molti Team del paddock di Formula 1, è stata chiamata in giudizio per aver effettuato irregolarmente, lo scorso 17 maggio sul circuito catalano del Montmelò, dei test tecnici sulla nuova mescola.

La Pirelli dal suo canto, in forma di fornitore unico del campionato di F1, si dichiara innocente, ribadendo di non aver violato nessun codice e soffermandosi ancora una volta, che non potrà essere sanzionata (non essendo una scuderia) in quanto non rientra nelle competenze giuridiche del tribunale della federazione.

Nella lunga giornata di oggi sono trapelate clamore indiscrezioni, come il contrattacco della scuderia tedesca nei confronti della Ferrari, che accusa il cavallino (con tanto di prove telematiche), di aver effettuato scorrettamente nel 2012 (prima del GP di spagna), più di 1000 km di test.

Da qui la difesa dei legali della FIA, che scagiona definitivamente il Team di Maranello.

La Ferrari ha effettuato quei test, ma con una vettura vecchia di due anni (come prevede il regolamento) e non come nel caso della Mercedes, che ha usufruito un netto vantaggio, percorrendo quei Km con la monoposto attuale.

Il verdetto del Tribunale Internazionale della Federazione, sarà comunque annunciato nella giornata di domani, sempre che non ci siano altri clamorosi colpi di scena.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche