Fabrio De Andrè, il ricordo a 14 anni dalla morte COMMENTA  

Fabrio De Andrè, il ricordo a 14 anni dalla morte COMMENTA  

E’ scomparso 14 anni fa Fabrizio De Andrè, una delle “voci” più importanti del panorama cantautorale italiano. Un personaggio che ha lasciato un segno non solo nel panorama musicale del Belpaese ma anche nelle persone parlando di loro e dando loro voce in musica, giocando con le parole per creare racconti di vita. Nato a Pegli nel 1940, Faber è stata una delle voci più rappresentative del capoluogo ligure: la sua unicità nel comporre è diventata un simbolo, consacrandolo di diritto come uno dei più importanti esponenti della musica italiana.


Pensatore, amante della semplicità, De Andrè racchiudeva nei suoi testi storie profonde ed impegnate amalagamate alla musica, come un suggestivo dipinto su tela. Scomparso nel 1999, Fabrizio Dè Andre è oggi ricordato al pari di ieri e nella ricorrenza della sua morte, Genova si anima per mantenerne viva la storia con numerose iniziative. Su tutte “Fabrizio De Andrè è vivo”, il raduno degli appassionati di Faber organizzato da Radio Faber, radio virtuale di Facebook.

Un concerto con Aldo Ascolese che, accompagnato da Gianluca Origone, proporrà le canzoni che hanno reso celebre De Andrè. L’appuntamento è alle 21 presso “Il Clan” in Salita Pallavicini 16.

Leggi anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*