Facebook: Zuckerberg vuole quotarsi in borsa COMMENTA  

Facebook: Zuckerberg vuole quotarsi in borsa COMMENTA  


Mark Zuckerberg è pronto ad approdare in borsa con il colosso Facebook. Con la presentazione alla Sec dei documenti per la quotazione, cha avverrà probabilmente a maggio 2012 si avrà finalmente la rappresentazione a dei conti di Facebook.

Leggi anche: Cosa sono le azioni

Nel 2011 il social network più famoso del mondo ha realizzato 3,71 miliardi di dollari di ricavi contro gli 1,97 miliardi di dollari dell’anno precedente e con un utile netto di 668 milioni di dollari, un +79,5% rispetto al 2010.

Leggi anche: Borse, le incertezze bruciano 174 miliardi

Nel rivolgersi ai potenziali azionisti, Mark Zuckerberg dichiara: ”Non produciamo servizi per fare soldi; facciamo soldi per realizzare servizi migliori. In questi tempi ritengo che sempre piu’ persone vogliano usare i servizi di societa’ che credono in qualcosa che va al di la’ del semplice massimizzare i profitti”.

Facebook conta attualmente su 845 milioni di utenti e i suoi introiti derivano quasi esclusivamente dalla pubblicità che nel 2010 era il 95% dei ricavi scesi all’85% nel 2011, altra fonte di ricavi sono i giochi online. A curare il collocamento di Facebook e’ Morgan Stanley, con il ruolo principale, ma collaboreranno anche Barclays Capital, Goldman Sachs, Bank of America Merrill Lynch e JPMorgan.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l'affitto
Economia

Italia in bolletta: il 60% non paga il mutuo o l’affitto

In Italia aumentano le famiglie che non riescono a pagare la rata del mutuo e dell'affitto. Il numero di chi non arriva fine mese ha toccato il picco massimo degli ultimi 11 anni.   Circa il 5,4% delle famiglie italiane non paga regolarmente la rata del mutuo o la quota dell’affitto. Sempre più italiani  in `bolletta´, un valore che è cresciuto notevolmente e che nel 2015 ha raggiunto il livello massimo del decennio. Questi i risultati dell'indagine all'Istat sulle condizioni di vita, un indagine che evidenzia chiaramente che il 60% degli italiani fa fatica a effettuare regolarmente i pagamenti e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*