Fai per le scuole: ritornano le mattinate FAI anche a Napoli COMMENTA  

Fai per le scuole: ritornano le mattinate FAI anche a Napoli COMMENTA  

apprendisti ciceroni fai napoli
apprendisti ciceroni fai napoli

Dal 16 al 21 novembre ritornano le mattinate Fai per le scuole: coinvolta anche Napoli

Nel capoluogo partenopeo sarà riaperta, in giorni ed orari prestabiliti, la moderna stazione Neapolis

I DETTAGLI – Il 18 e il 19 novembre, dalle 9 alle 13, nel corso dell’evento “Mattinate FAI per le scuole” Napoli riapre al Fondo Ambientale Italiano uno dei suoi gioielli più oscuri, la stazione Neapolis, piazza Museo 19. Nela stazione è contenuta una vera e propria macchina del tempo tra le molte datazioni della Napoli antica, e c’è il frutto di una storia che merita di essere conosciuta da molti. Infatti, a partire dalla fine dell’Ottocento, una città che tentava di riprendersi dalla leggendaria epidemia di colera che l’aveva colpita e con i dovuti lavori provava a tornare alla normalità, dovette fare i conti con una grande sorpresa: le attività di scavo avevano portato alla luce grandi quantità di reperti archeologici, risalenti alle diverse fasi dell’occupazione e civilizzazione di Napoli.

AGGIORNAMENTI MODERNI – Il loro numero è andato progressivamente aumentando con i lavori di scavo e costruzione richiesti delle stazioni metropolitane della linea 1 e 6: Duomo, Università, Municipio, Toledo hanno visto tornare alla luce quasi 4 milioni di reperti storici, oggi conservati presso la Stazione Neapolis, ambiente museale sorto nel corridoio di collegamento tra il Museo Archeologico Nazionale e la stazione metropolitana Museo per illustrare e accogliere i progressivi avanzamenti delle campagne di scavo in città, adesso visitabili in queste giornate dedicate al FAI.

I reperti sono riconducibili a 6 momenti storici principali:
Napoli Preistorica (IV millennio A.C)
Napoli greca (VIII-IV sec. A.C.)
Napoli romana (III sec.

A.C.-V sec. D.C.)
Napoli tardo-antica (V-XI sec. D.C)
Napoli medioevale (XII-XV sec. D.C)
Napoli aragonese-vicereale (XV-XVII sec.

L'articolo prosegue subito dopo

D.C)

L’EVENTO – Ancora una volta la città è in prima linea per diffondere e valorizzare il suo patrimonio con una delle più importanti associazioni dedicate alla salvaguardia del territorio e alla sua conoscenza per le giovani generazioni. In particolare la formula degli apprendisti Ciceroni (marchio registrato), appositamente preparati dal Fai, saranno gli stessi studenti a mostrare i luoghi agli altri studenti, in una sorta di deposito di passione e nuova conoscenza

Leggi anche

About Modestino Picariello 640 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*