Fallita la Deiulemar, adesso le manette COMMENTA  

Fallita la Deiulemar, adesso le manette COMMENTA  

Torre del Geco (Na) – Come precedentemente scritto sul nostro giornale, il giudice Massimo Palescandalo ha dichiarato il fallimento della compagnia di navigazione Deiulemar. Un provvedimento inevitabile e unica via per garantire gli obbligazionisti.

Qualcosa andrà inevitabilmente perso ma, probabilmente, meno di quanto avrebbero dovuto rinunciare accettando la proposta di concordato presentata dall’amministratore unico Maviglia al Tribunale di Torre Annunziata.

La notizia si sta diffondendo rapidamente nella città del corallo mentre, politici marpioni, cercano di sfruttare la grave situazione degli obbligazionisti durante gli ultimi giorni della campagna elettorale.

C’è solo una cosa che la gente chiede prima dei soldi, arrivati a questo punto: le manette. Manette per chi ha bruciato i risparmi di 13000 famiglie.

L'articolo prosegue subito dopo

Se si aggiungeranno altri nomi ai 5 già iscritti nel registro degli indagati, è presto per dirlo. L’ipotesi di bancarotta fraudolenta è più che concreta. A quest’accusa, probabilmente se ne aggiungeranno altre. Lembo, Iuliano e Della Gatta adesso dovranno rispondere ai giudici quando, chiederanno loro, dove sono i soldi degli investitori. Informazione che, nei vari appelli, lettere e rassicurazione i signori, pardon, ex signori, di Torre del Greco, si sono ben guardati dal dirlo. Spetterà, adesso, agli 007 della Procura oplontina scovare, se mai ce ne fossero, capitali all’estero.

1 Trackback & Pingback

  1. upnews.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*