False recensioni di prodotti, Amazon fa causa a un migliaio di utenti COMMENTA  

False recensioni di prodotti, Amazon fa causa a un migliaio di utenti COMMENTA  

La notizia è di quelle che non fanno troppo clamore, ma che, pure, rivestono una certa importanza: Amazon avrebbe deciso di fare causa ad un migliaio di utenti responsabili di pubblicare false recensioni di alcuni prodotti.

Non è di per sé gran cosa, questo è vero, ma dimostra come la ricerca spasmodica di denaro sposata ad alcune specifiche strategie dell’economia via web possa indurre taluni a proporre soluzioni e altri ad adottare comportamenti non proprio leciti.

Tutto sembra partire da Fiverr, un sito internet specializzato nella vendita di servizi, che reclutava online persone disposte a scrivere brevi recensioni di prodotti dietro il pagamento (compenso, usano dire queste persone) di 5 dollari a pezzo.

Non male, ma neppure così tanto. Senz’altro una cifra tale da indurre chi è alla ricerca di qualche spicciolo a produrre quante più recensioni possibile, perché, se si premia il merito, ma il merito è quantità e non qualità, questo è ciò che accade.

Un migliaio di questi utenti, che pare postassero con il nome di John Does, aveva preso la pessima abitudine di scrivere recensioni inappropriate, anche se non è chiaro se si trattasse di commenti sbagliati, sgradevoli, ingannevoli o falsi.

Fatto sta che Amazon non li ha giudicati idonei e, sebbene non si tratti di chissà quale numero di giudizi (sarebbe anzi un numero del tutto trascurabile rispetto al totale), ha stabilito di procedere per via legale con la motivazione ufficiale di voler tutelare i propri clienti, che sarebbero potuti essere tratti in inganno, e con la motivazione derivata – non si può non notarlo – di tutelare la propria immagine in termini di qualità e di distanza posta rispetto a questi comportamenti riprovevoli.

Insomma il colosso delle vendite online sembra davvero intenzionato a portare avanti una causa nei confronti di questo migliaio (non si sa di preciso quante siano) di persone, che, pur di ottenere i 5 dollari a recensione, si sono lasciate ingolosire da un comportamento non consono.

Del resto, pare che Amazon non sia nuova a questo tipo di reazioni, visto che già lo scorso aprile aveva denunciato alcuni siti rei di inserire false recensioni di prodotti in vendita sul portale.

Leggi anche

2 Trackback & Pingback

  1. False recensioni di prodotti, Amazon fa causa a un migliaio di utenti | Ultime Notizie Blog
  2. False recensioni di prodotti, Amazon fa causa a un migliaio di utenti | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*