Familiari del cileno ucciso chiedono danni al Comune di Milano COMMENTA  

Familiari del cileno ucciso chiedono danni al Comune di Milano COMMENTA  

La ex moglie e i due figli, di 5 e 7 anni, di Marcelo Valentino Gomez Cortes, il cileno di 28 anni ucciso con un colpo di pistola dall’agente di polizia locale Alessandro Amigoni (ora accusato di omicidio volontario) lo scorso 13 febbraio, chiedono, attraverso  una lettera del loro legale, l’avvocato Corrado Limentani, ”un risarcimento dei danni” subiti al Comune di Milano.


L'agente Alessandro Amigoni

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*