Fao, insetti a pranzo: così si combatte la fame nel mondo COMMENTA  

Fao, insetti a pranzo: così si combatte la fame nel mondo COMMENTA  

Da anni la Fao si impegna per arginare la fame nei Paesi più poveri del mondo. Sono al vaglio soluzioni e strumenti in grado di combattere questo triste fenomeno che purtroppo non accenna a diminuire, ma anzi provoca sempre più vittime (soprattutto tra i bambini). Con l’aiuto dei Paesi più ricchi si è pensato di utilizzare a questo scopo i cibi modificati geneticamente (Ogm), oppure di inserire gli insetti nella dieta alimentare. Si, proprio così, avete capito bene: gli insetti.


In molti Paesi (per esempio in Messico, Tanzania, Nuova Guinea) gli insetti sono considerati alimenti ricchi di sostanze nutritive ed anche parecchio gustosi. Considerando che il consumo di carne da allevamento produce un incremento delle emissioni di gas serra e quindi dovrebbe essere disincentivato a favore dell’ambiente, mangiare gli insetti potrebbe essere la soluzione giusta per soddisfare le esigenze della popolazione mondiale che cresce a livelli vertiginosi.

Gli insetti contengono infatti vitamine, proteine, sali minerali. E poi incidono molto meno sull’effetto serra rispetto ai tradizionali allevamenti. Cosa ne pensate?

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*