Farro perlato o integrale: differenze e proprietà COMMENTA  

Farro perlato o integrale: differenze e proprietà COMMENTA  

Farro perlato o integrale: differenze e proprietà
Farro perlato o integrale: differenze e proprietà

Il farro è ricco di sali minerali e vitamine, scopriamo allora insieme farro perlato o integrale: differenza e proprietà.

Il farro è un cereale molto povero di grassi. Il farro integrale, inoltre, contiene una percentuale di fibre più elevata rispetto al farro perlato.


Il farro è rivestito dalla glumetta, una vera e propria pellicola esterna che abbraccia il chicco. Questa pellicola ha un alto contenuto di fibre, è perfettamente unita e quindi non riesce a staccarsi durante la normale raffinazione che si effettua con i rulli cilindrici a cui viene sottoposto il frumento. Il farro decorticato conserva infatti la pellicola o glumetta perfettamente intatta, pellicola che viene completamente eliminata nel farro perlato. Il farro perlato si mostra infatti con un colore molto chiaro e si cuoce in meno tempo, rispetto al farro integrale.


Il farro integrale, contiene molte più fibre rispetto al farro perlato. Le fibre aiutano il transito e contribuiscono ad eliminare tutte le scorie presenti nell’intestino. Il farro ha un apporto calorico relativamente basso, solo 340 calorie ogni 100 grammi di prodotto.


Il farro in generale gode di importanti proprietà lassative, molto utili per chi soffre di stitichezza. Infine è una validissima fonte di ferro e selenio, utili alleati contro i radicali liberi.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*