Fecondazione assistita per portatori di malattie genetiche

Politica

Fecondazione assistita per portatori di malattie genetiche

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la norma della legge 40/2004 in ordine il divieto di accesso alle tecniche di procreazione assistita per le coppie fertili portatrici sane di malattie genetiche trasmissibili ai figli. Per queste coppie, a fronte della decisione della Consulta del 14 maggio scorso, sarà dunque possibile effettuare la diagnosi pre impianto.

Si attende che la decisione venga resa ufficiale dalla sentenza che la Corte dovrà depositare con la quale si darà attuazione concreta alla modifica della normativa.

E’ stato così raggiunto il traguardo tanto desiderato da quelle coppie portatrici sane di patologie genetiche che, per evitare di abortire, si vedevano preclusa la possibilità di avere un figlio. Indiscutibile la soddisfazione dei legali delle coppie che rivolgendosi al Tribunale di Roma hanno attivato la causa che ha condotto a questa importante decisione.

Come affermato dall’avvocato Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, si tratta dell’ennesima decisione presa da tribunali e dalla Consulta, per smantellare l’impianto della legge 40 già svuotata e modificata da molteplici sentenze emesse in precedenza per adeguarla ai principi costituzionali.

Quali sono le modifiche ad oggi approvate aventi ad oggi dei divieti/obblighi che sono stati rimossi:

1 divieto di produzione di più di 3 embrioni;

2obbligo di impiantare contemporaneamente tutti gli embrioni;

3divieto di diagnosi pre impianto per tutte le coppie inferitili;

4 divieto di fecondazione eterologa

Rimane un no categorico in merito alla possibilità di accedere al trattamento della fecondazione assistita per le coppie omossessuali o i single.

In undici anni le decisioni dei giudici hanno smantellato i punti principali della legga dimostrando come la materia sia in continuo divenire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Manuela Margilio 114 Articoli
Sono laureata in giurisprudenza e amo scrivere su questioni relative al diritto e fisco; mi piace leggere e mi dedico alle recensioni. Scrivere sul web è una delle mie passioni che mi consente di essere sempre aggiornata.