Femen in Crimea: in topless contro Putin COMMENTA  

Femen in Crimea: in topless contro Putin COMMENTA  

femen-crimea-1-770x514

Il movimento femminista delle Femen ha manifestato davanti al Parlamento locale in Crimea. Le attiviste, in topless, hanno urlato il proprio dissenso contro l’annessione della Crimea alla Russia. Due ragazze, in particolare, sono state fermate dagli agenti di sicurezza mentre gridavano slogan contro il Presidente russo Vladimir Putin.


Il video dimostra chiaramente l’ostilità della gente in strada nei riguardi delle manifestanti e la violenza delle forze dell’ordine nei riguardi delle stesse. Molte persone presenti alla scena gridavano contro le Femen epiteti poco piacevoli: “Prostitute”, oppure “Guardate, l’Occidente di provoca”. Non è la prima volta che le audaci attiviste intervengono contro Putin e la sua politica.


Stop alla guerra di Putin

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*