Come fermare un attacco d’asma senza usare farmaci

Guide

Come fermare un attacco d’asma senza usare farmaci

Come fermare un attacco d'asma senza usare farmaci
Come fermare un attacco d'asma senza usare farmaci

La letteratura scientifica definisce l’asma un disturbo polmonare cronico, caratterizzato da sintomi ripetitivi e irregolari.

L’asma è un disturbo infiammatorio cronico delle vie aeree, ed ha come caratteristica l’ostruzione dei bronchi.
Le cause dell’asma possono essere differenti. Gli attacchi d’asma possono essere provocati da fattori ambientali, genetici o genetico ambientali.

Ambientali. L’asma è correlata da alcuni fattori di rischio prettamente ambientali. Questi comprendono:

  • Fumo passivo – il fumo passivo è uno degli esempi di fattori ambientali che possono scatenare gli attacchi d’asma.
  • Aria inquinata – la qualità dell’aria che normalmente respiriamo dipende dalla sua composizione. Uno scarso livello di ossigeno può scatenare l’asma.

Genetici: La maggior parte dei geni sono correlati allo sviluppo del sistema immunitario che è interessato alla protezione del corpo, a generare anticorpi e a prevenire infiammazioni.

Genetico-ambientali: I ricercatori asseriscono che alcuni fattori genetici si scatenano solo quando sono mischiati a fattori ambientali.

Un buon esempio di questo fenomeno è l’esposizione ad “endotossine”. L’esposizione a endotossina, un tipo di prodotto batterico, varia da persona a persona quando ci si trova a stretto contatto con: pelo di animali, erba, lana, polvere ed altri fattori ambientali.

L’asma può essere tenuta sotto controllo con o senza l’uso di farmaci. Per i casi di asma che possono ancora essere controllati senza l’uso di farmaci specifici, ecco alcuni esempi di come contenere un potenziale attacco:

Dato che l’attacco d’asma può essere scatenato prevalentemente da fattori ambientali, sarebbe estremamente utile identificare la fonte o la radice della causa insita nell’ambiente. Se lavorate in un ufficio e sedete su una sedia pelosa oppure avete un tappeto a casa e avete un attacco d’asma ogni volta che ci camminate sopra, allora questo potrebbe spiegare l’insorgenza del disturbo. E’ meglio liberarsi di qualsiasi cosa che potrebbe scatenare l’asma.

Se possibile evitate di frequentare luoghi in cui potreste trovare i fattori di rischio di cui abbiamo parlato, almeno non dovrete preoccuparvi.

Rieducare la respirazione – La rieducazione del respiro è un tipo di esercizio che si dimostra estremamente efficace nel controllare i sintomi dell’asma. Si rieduca il respiro mantenendo un certo ritmo respiratorio per riprogrammare il cervello. Attivando questo metodo il cervello si abitua ai nuovi modelli respiratori e ridurre, se necessario, le possibilità di un attacco d’asma.

Il metodo Buteyko – Il metodo Buteyko fu scoperto da un medico russo verso la metà degli anni ’50. E’ una pratica di rieducazione respiratoria che si ottiene mediante alcuni semplici esercizi (per maggiori informazioni si rimanda ai siti relativi):

  • In primo luogo fate due respiri normali
  • Secondo, respirate e trattenete il respiro. Controllate con un timer per quanto tempo riuscite a trattenere il fiato. Dopo averlo trattenuto il più a lungo possibile espirate lentamente e controllate il tempo.

    Normalmente una persona può trattenere il fiato per 20-25 secondi. Se questo tempo fosse inferiore probabilmente si è di fronte ad un disturbo respiratorio.

  • Terzo, tentate di respirare attraverso il naso. Continuate a fare l’esercizio per circa 5 minuti.
  • Ripetete i cicli per cinque volte al giorno per tutta la settimana mantenendo la respirazione normale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*