Ferrara, fratture su bimbo tre anni, arrestati madre e convivente COMMENTA  

Ferrara, fratture su bimbo tre anni, arrestati madre e convivente COMMENTA  

FERRARA, 10 marzo – Sono stati arrestati dagli agenti della squadra mobile di Ferrara con le accuse di maltrattamenti e lesioni gravi la madre di un bimbo di tre anni – ricoverato all’ospedale Sant’Anna con ematomi, ecchimosi, fratture e bruciature su tutto il corpo – e il suo convivente. Entrambi originari della provincia di Torino ma residenti nel ferrarese, la donna ha 24 anni mentre l’uomo, pluripregiudicato, ne ha 30.

Il bimbo e’ stato ricoverato in ospedale il 28 febbraio, con quelli che vengono ritenuti dagli inquirenti evidenti segni di maltrattamenti, tra cui un vistoso livido sulla fronte e bruciature su una gamba. Successive radiografie hanno accertato anche la frattura della mandibola e di alcune costole, queste ultime risalente ad almeno un mese fa. I medici si riservano la prognosi, indicando comunque un tempo di guarigione superiore ai 40 giorni. Interrogata lo scorso 6 marzo, la coppia ha dichiarato che il bimbo si era fatto male urtando contro un mobile in casa. I due sono stati fermati e successivamente il gip, l’8 marzo, non ha convalidato il fermo, ma ha riscontrato il pericolo di fuga e disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere. Il bimbo, hanno accertato gli inquirenti, viveva con la coppia dallo scorso ottobre, quando la donna lo aveva sottratto illegalmente al marito – col quale fino ad allora conviveva regolarmente – finendo per questo indagata per sottrazione di minore. I due si trovano in carcere a Ferrara e a Bologna.


Alessandra Massagrande

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*