Ferrero, dichiarata ingannevole la pubblicità della Nutella negli Usa COMMENTA  

Ferrero, dichiarata ingannevole la pubblicità della Nutella negli Usa COMMENTA  


Negli Stati Uniti gli spot pubblicitari della Nutella Ferrero, prodotto dolciario che in Italia non ha bisogno di presentazioni, sono stati messi sotto accusa e sono stati addirittura oggetto di un processo cui la multinazionale italiana ha posto fine con la richiesta di patteggiamento.

La causa ha avuto inizio con la denuncia di una madre di famiglia di San Diego, California, indotta all’acquisto della Nutella per la propria figlioletta poiché pubblicizzata come un prodotto salutare, cosa che, ad un maggior approfondimento, è risultata non essere reale per la elevata presenza di grassi e calorie come ogni altro prodotto dolciario. La Ferrero, per sottrarsi al rischio di condanna, ha scelto la via del patteggiamento offrendo di modificare l’etichetta, gli spot pubblicitari e di risarcire tutti i clienti che hanno comprato un barattolo di Nutella tra il gennaio del 2008 e il febbraio del 2012 riconoscendo 4 dollari a barattolo. I consumatori hanno termine fino al 5 luglio 2012 per presentare le domande di risarcimento che comunque si deve limitare alla richiesta per un massimo di cinque barattoli. La Ferrero precisa che la questione è legata al solo mercato americano e che non saranno modificate le strategie di marketing relativamente agli altri mercati esteri.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*