Ferrovie dello Stato, via alla privatizzazione

News

Ferrovie dello Stato, via alla privatizzazione

L’annuncio è arrivato ieri al termine del Consiglio dei Ministri e, a darlo, è stato il ministro Graziano Delrio in prima persona: dal governo è arrivato il via libera alla privatizzazione delle Ferrovie dello Stato.

“Viene avviata la procedura che tiene conto della complessità della gestione delle Ferrovie dello Stato” ha dichiarato Delrio, “e la necessità di aumentare gli obblighi di servizio pubblico”, fermo restando che “l’infrastruttura ferroviaria dovrà rimanere pubblica” e “dovrà essere garantito l’accesso a tutti in maniera uguale”.

La procedura prevedrà, come usuale, l’avvio con la cosiddetta Initial Public Offering (Ipo), ovvero la messa in vendita di una parte (meno del 50%) delle azioni della società e la relativa quotazione in borsa. Il prezzo stabilito in partenza con gli intermediari (di solito istituti bancari) può subire variazioni in base alla domanda ed è possibile stabilire un valore di riferimento oltre il quale aumentare il numero di titoli disponibili sul mercato. Nessuna differenza, di fatto, con quanto già al momento si sta facendo con Poste Italiane e si farà con l’Enav a partire dal prossimo anno.

Nel caso delle Ferrovie dello Stato, il ministro Delrio ha precisato che sarà privatizzato al massimo il 40% del totale della società, che “andrà ad un azionariato diffuso e a investitori istituzionali”.

Molto soddisfatto il capogruppo del Pd in Commissione Lavori Pubblici, Infrastrutture e Trasporti, Marco Filippi, secondo il quale “l’annuncio dell’avvio della privatizzazione di una quota importante di Ferrovie dello Stato è sicuramente un fatto importante che procede nella giusta direzione: garantire servizi dignitosi ed efficienti ai viaggiatori e ai pendolari”, senza dimentica che si tratta, allo stesso tempo, di “un percorso con molti nodi da sciogliere con attenzione per evitare che sia solo un’operazione economico – finanziaria e sia, invece, un momento di crescita e sviluppo per l’intero sistema del trasporto ferroviario”. Fondamentale, secondo Filippi, dovrebbe essere il coinvolgimento del Parlamento “in tutti i passaggi”, così da portare avanti un lavoro di approfondimento proprio sulla possibile privatizzazione delle Ferrovie dello Stato“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche