Festival estivi, dal 17 al 20 luglio 2014 Tones on the Stones VIII edizione nelle cave di marmo del Verbano Cusio Ossola

Cultura

Festival estivi, dal 17 al 20 luglio 2014 Tones on the Stones VIII edizione nelle cave di marmo del Verbano Cusio Ossola

milano due

Si terrà dal 17 al 20 luglio 2014 l’ottava edizione di Tones on the Stones, il festival musicale nelle cave di marmo del Verbano Cusio Ossola, sul lago Maggiore, che per quattro giorni si trasformano da luoghi di estrazione e di lavoro in scenari esclusivi di spettacoli e concerti. La rassegna, nata nel 2007 dall’idea di Maddalena Calderoni di realizzare spettacoli d’arte all’interno di questi giganteschi teatri di pietra, ha conquistato negli anni un pubblico internazionale grazie all’originale format artistico: ambientazioni uniche e produzioni esclusive. Dall’anno della sua fondazione, Tones on the Stones ha ospitato concerti, spettacoli teatrali e di danza: tra le imponenti pareti di roccia di questi luoghi unici, esaltati dai giochi di luce dell’illuminazione notturna, sono andati in scena Antigone e Macbeth, si sono esibiti Marcus Miller, Stefano Bollani, Dee Dee Bridgewater, il ballerino e coreografo Ismael Ivo e tanti altri.

Per l’edizione 2014 Tones on the Stones torna, ancora una volta, con una proposta esclusiva e multidisciplinare, che coniuga tradizione e contemporaneità e guarda ai nuovi linguaggi dell’arte.

Il programma 2014 presenta quattro giorni di spettacoli dal vivo e performance musicali con due novità assolute: un’innovativa produzione di Tosca di Giacomo Puccini, con le video scenografie digitali proiettate in 3D mapping, che vede per la prima volta l’opera lirica andare in scena in questo straordinario teatro, e neXTones, la sezione del festival interamente dedicata ai nuovi suoni – due giorni di Live Set con i più interessanti musicisti della scena elettronica internazionale.

Il festival s’inaugura giovedì 17 luglio alle ore 21.30 con Tosca di Giacomo Puccini, nuova produzione in prima assoluta, nell’innovativo e unico allestimento digitale realizzato in video 3D mapping da AreaOdeon. Il collettivo monzese, noto a livello internazionale per le performance di video arte oltre che per il Kernel Festival, realizzerà, infatti, le scenografie in 3D che saranno proiettate sulle pareti di roccia: fasci di luce e immagini in tre dimensioni animeranno le quinte sceniche e i fondali naturali costituiti dalle enormi lastre di marmo, per un’esperienza unica di teatro musicale e arti digitali.

La regia sarà di Renato Bonajuto, scene e costumi di Laura Marocchino. A dirigere l’Orchestra Filarmonica del Piemonte sarà il direttore Stefano Romani con Maddalena Calderoni nel ruolo di Tosca e Giancarlo Monsalve in quello di Mario Cavaradossi.

Il secondo appuntamento del festival è il concerto intitolato American Sweets, in programma il 20 luglio alle ore 22. Gli Ottoni del Teatro alla Scala con Roberto Olzer al pianoforte, Yuri Goloubev al contrabbasso e Mauro Beggio alla batteria, proporranno un viaggio musicale tra suggestioni d’oltreoceano e capolavori della cinematografia. Una serata indimenticabile con la Big Band diretta da Brian Earl e formata da solisti jazz e prime parti di assoluta bravura, tra le note della Rapsodia in Blu di George Gershwin, di brani da West Side Story, e della musica di John Williams, autore di colonne sonore capolavoro come Indiana Jones, Star Wars, Superman, con un tributo al genio italiano di Nino Rota, firma musicale delle più belle pellicole di Luchino Visconti e Federico Fellini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche