Festività di fine anno: sulle tavole degli italiani torna l’agroalimentare made in Italy a Km 0 COMMENTA  

Festività di fine anno: sulle tavole degli italiani torna l’agroalimentare made in Italy a Km 0 COMMENTA  

Gli italiani spenderanno 197 euro per famiglia per imbandire le tavole della feste di fine anno 2012 con gli alimentari e le bevande che sono l’unica voce di spesa che sostanzialmente tiene (+2,1%) nel tempo della crisi. Un’analisi della Coldiretti sulla base dell’indagine “Xmas Survey 2012” di Deloitte evidenzia che gli alimentari e le bevande rappresentano il 36 per cento delle spese di Natale. Non si rinuncia a preparare pranzi e cenoni, ma si qualifica la spesa con una netta preferenza di prodotti del territorio locali e Made in Italy. Sulle tavole degli italiani crollano le mode esterofile pagate a caro prezzo come champagne, caviale, ostriche, salmone o ciliegie e pesche fuori stagione a favore dell’aumento dei prodotti Made in Italy a chilometri zero. In occasione delle festività, si assiste alla riscoperta del legame con i prodotti del territorio, che si esprime sempre di più attraverso la preparazione delle ricette del passato che nonostante i profondi cambiamenti negli stili di vita rimangono fortemente radicati nella popolazione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*