FEZ: una questione di prospettive!

Xbox

FEZ: una questione di prospettive!

Sono passati cinque anni da quando è stato annunciato Fez, ma finalmente sarà sul mercato nei prossimi mesi. Ed è meraviglioso. Phil Fish Creator, Developer e e personalità utorevole nell comunità degli internauti ha creato qualcosa che richiama al tempo in cui i giochi erano più semplici, quando gli obiettivi e le motivazioni dei personaggi non erano spiegati attraverso cut-scene lunghissime. Ma è riuscito a realizzare anche qualcosa di unico nel suo genere, prendendo alcune grandi idee da altri giochi moderni e fondendole in qualcosa di affascinante e nuovo.

In Fez è possibile controllare un simpatico umanoide bianco. La tua missione: raccogliere i cubi sparsi in tutto il mondo per evitare la fine dell’esistenza. Il tutto viene rappresentato in un testo che dura una manciata di secondi sullo schermo, ed infatti si impiega meno di un secondo capire lo scopo del gioco stesso. Fine del mondo, e non vogliamo che finisca, giusto? Per questo dobbiamo fare quello che vi viene ordinato! Non dobbiamo chiederci perchè stiamo agendo in quel modo, ma si presumo che lo scopo del gioco sia il gioco puro e semplice…altrimenti che videogioco sarebbe?!

Al suo livello più elementare Fez è una piattaforma. Puoi saltare, salire le scale ed arrampicarti il tutto per ottenre quei benedetti cubi! Il gioco sta nel cambiare prospettiva. Come in PSN Echochrome, ruotando la telecamera cambia completamente la visione di di ciò che ci circonda. Per esempio, due piattaforme separate da una grande distanza possono diventare un’unica superficie solida se si cambia la visuale 2D, o potreste essere in grado di allineare due scale completamente separate in un unico blocco che consenta di scalare un’altezza altrimenti insormontabile. I primi livelli sono relativamente semplici, per abituarci all’idea l’idea di cambiare continuamente la visuale, ma potete constatare la sfida del gioco, spostando la fotocamera mentre si è in movimento.

C’è anche qualcosa cdi sempliceente intrigante nell’alterare la vista. Ogni volta che lo fate il mondo cambia in modo imprevedibile. Unitamente alla musica di sottofondo ed alle grandi immagini sullo schermo, Fez sembra un gioco con cui ci si può anche distrarre. Si può anche morire di tanto in tanto, ma è molto indulgente: si può essere rigenerati e ripartire esattamente da dove si era interrotto il gioco prima della mossa fatale!

Fez non uscirà mai mai troppo presto. E’ sempre più normale – in particolare ad una convention come la Game Developer Conference – che le persone giochio solo per qualche istante prima di mettere giù il controller ed allontanarsi senza dire una parola. Ma con Fez è è tutta un’altra storia: la gente non vede l’ora di giocare, ma solo posano il controller dopo aver realizzato che hanno giocato un po’ troppo a lungo, e poi mormorano timidamente un “grazie”a Phil come se fosse il nuovo messia dei videogiochi. Chissà se dopo solo pochi minuti Fez e il suo creatore meritino davero un tale livello di adorazione, ma una cosa è certa: è dannatamente divertente!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...