Fiat di Pomilgiano: in arrivo la cassa integrazione “estiva”

Roma

Fiat di Pomilgiano: in arrivo la cassa integrazione “estiva”

 

Lo stabilimento Fiat di Pomigliano si fermerà dal 20 al 31 agosto a causa della crisi del mercato delle automobili, mai così in calo dal 1979. La conseguenza? 2.150 lavoratori andranno in cassa integrazione ordinaria e , dopo la pausa di ferragosto, la situazione sarà “oggetto di continuo monitoraggio”. I vertici Fiat spiegano che : “l’equilibrio fra produzione e domanda è stato realizzato con periodici ricorsi a sospensioni della produzione nei vari stabilimenti con utilizzo della cassa integrazione” “per lo stabilimento di Pomigliano, in salita dall’inizio dell’anno, non era stato fino ad oggi necessario alcun intervento. Oggi però, la situazione impone di ridurre la produzione per evitare inutili e costosi accumuli di vetture”: A noi viene da chiederci se la crisi della Fiat non derivi dal basso livello dell’entourage alle alte sfere: si producono macchine indecenti dal punto di vista estetico e non solo, le idee sono scarse e poco competitive, non sarà il caso di mettere in cassa integrazione questi illustri personaggi, tra l’altro strapagati ed investire i soldi in “cervelli” più funzionali ?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche