Fiat: marchi in disuso - Notizie.it
Fiat: marchi in disuso
Auto

Fiat: marchi in disuso

Fiat non è solo, come spesso si pensa, Fiat-Alfa Romeo-Lancia e ora Chrysler. Attorno all’orbita FIAT gravitano anche altre società attive, ma anche altre non più attive, con marchi che sono di proprietà Fiat ma attualmente in disuso, per svariati motivi.

Ecco alcuni esempi: Innocenti e Autobianchi. Sono società italiane nate intorno agli anni 55-60 da Joint Venture tra Fiat e altre società, tra cui ad esempio Pirelli, o arrivate a Fiat per “vie traverse”. Yugo è invece un marchio dell’ex Jugoslavia che è appartenente a Fiat grazie ad un accordo della casa torinese con il governo di Belgrado in seguito agli accordi per il via nel 2008 della fabbrica Fiat Serbia. Imperial è il marchio di lusso del gruppo Chrysler, così come De Soto, anch’esso apaprtenente alla sfera americana. Plymouth e Vailiant sono anch’essi di Chrysler, quindi attualmente di Fiat. Ci sono poi i marchi Eagle, nato dall’accordo tra Fiat e AMC per una 4×4 ma poi concesso per marchiare vetture co prodotte con Mitsubishi e infine il marchio American Motors, dichiarato finito da Chrysler circa 25 anni fa.

Fiat potrebbe paradossalmente ancora pescare tra questi marchi, creare una vettura e marchiarla con uno di tali simboli (in foto uno di essi) e ridar vita al marchio stesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*