Fiat: Marchionne, “serve stabilità politica e non l’abbiamo”

Aziende

Fiat: Marchionne, “serve stabilità politica e non l’abbiamo”

Stabilità politica per aiutare i mercati. A chiederlo è l’amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne che, intervenendo al Salone dell’auto di Ginevra, ha sottolineato che “la certezza di governabilità dell’Italia e ora non l’abbiamo”. Poi Marchionne ha aggiunto che se il Paese decidesse di lasciare l’euro, Fiat fermerebbe ogni investimento in Italia. “L’ingovernabilità non porterà al rinvio degli investimenti a meno che non ci sia una decisione drastica come l’uscita dall’euro”. L’importante – ha aggiunto – è avere le idee chiare entro il 2013″. Marchionne si è detto preoccupato della situazione economica degli italiani: “è un problema che non si può ignorare. Il problema non sono i prodotti, non confondiamo le cose. Agli italiani manca la disponibilità economica, è la cosa più preoccupante”.

Secondo Marchionne inoltre il 2013 non si discosterà molto dal 2012: “sempre al traino degli Stati Uniti. L’euro sta beneficiando di una valutazione che non si merita e un valore esagerato specialmente in un momento simile”. Inoltre l’ad di Fiat ha parlato degli obiettivi per il 2013: ‘Miglioreremo il risultato grazie in particolare alle vendite in Usa, come abbiamo fatto nel 2012. L’obiettivo è vendere 4,3-4,4 milioni di vetture a fronte dei 4,2 mln del 2012″.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

curriculum
Lavoro

Come creare un Curriculum vitae?

25 maggio 2017 di Notizie

Entrare nel mondo del lavoro comporta una serie di candidature tramite invio del Curriculum vitae. Proponiamo una breve guida con gli elementi importanti da inserire e consigli su come renderlo più appetibile fra le centinaia di candidature che chi offre un lavoro deve valutare.

Loading...