Fiat-sindacati, raggiunto l’accordo per il rinnovo contrattuale di 80mila lavoratori

Economia

Fiat-sindacati, raggiunto l’accordo per il rinnovo contrattuale di 80mila lavoratori

TORINO, 8 MARZO 2013 – Ci sono voluti più di otto mesi, ma alla fine è stato raggiunto l’accordo tra Fiat e i sindacati per il rinnovo del contratto per gli oltre 80mila lavoratori, che prevede un aumento di 40 euro lordi dei minimi tabellari a partire da febbraio, mentre da aprile il premio di competitività passerà da 103 a 120 euro. Era da luglio che la casa automobilistica torinese ed i sindacati cercavano un accordo

«È stata una trattativa lunga e difficile caratterizzata da una situazione di forte crisi del settore automobilistico, che ha portato spesso l’azienda ad assumere posizioni di rigidità. Siamo riusciti, con caparbietà e determinazione, a superare anche momenti di crisi nel negoziato. Questo ci ha consentito oggi di trovare una intesa positiva e di fare un rinnovo contrattuale per i lavoratori e le lavoratrici Fiat» sono state le parole riportate da Ansa del segretario nazionale della Fim, Ferdinando Uliano.

«Onore al merito di Fiat che ha condiviso questa azione insieme a noi».

«Un contratto necessario, onesto ed efficace. Siamo lieti di averlo firmato con Fiat, perché risponde alle esigenze di circa 80mila addetti del Gruppo» ha commentato soddisfatto il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella.

Anche la Fiat, tramite un suo portavoce, ha espresso tutto il suo piacere per l’epilogo felice della contrattazione: «Siamo soddisfatti per essere riusciti a raggiungere un accordo economico in un momento di grande difficoltà per i mercati» si legge sul Fatto Quotidiano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche