Fifa: un blitz della polizia a Zurigo mette agli arresti 10 dirigenti
Fifa: un blitz della polizia a Zurigo mette agli arresti 10 dirigenti
Attualità

Fifa: un blitz della polizia a Zurigo mette agli arresti 10 dirigenti

fifa

Ancora una volta la Fifa è entrata nel mirino della giustizia per vicende di corruzione. Nella mattinata di oggi, la polizia ha fatto irruzione presso l’Hotel Baur au Lac di Zurigo, dove ha sottoposto agli arresti ben 10 dirigenti del massimo organismo politico del calcio mondiale con accuse gravissime: si va dalla corruzione, alla frode. Per alcuni di loro anche l’accusa di riciclaggio di denaro sporco. Al centro dell’inchiesta il calcio del centro e del sud america con l’arresto del presidente della Confederazione Sudamericana del Calcio, la Conmebol, il paraguayano Juan Angel Napout. Arrestato anche il presidente della Concacaf, la confederazione regionale che comprende il Nord e il Centramerica , Alfredo Hawit di origine hondurena. Entrambi i dirigenti sono membri effettivi dell’esecutivo Fifa.

Pochi mesi fa diversi dirigenti della Fifa, tra i quali anche il presidente Blatter erano stati sottoposti agli arresti per altre vicende legate alla corruzione nell’ambito dell’inchiesta sull’assegnazione dei mondiali in Russia ed un presunto vasto giro di tangenti legato all’organizzazione del mondiale.

Nel mirino dell’inchiesta finì anche il presidente della Uefa, Michel Platini, accusato di avere intascato una tangente da due milioni di euro per la quale è stato sospeso dalla carica per 90 giorni.

Ancora una volta, l’inchiesta mina la credibilità della gestione politica del calcio mondiale, quando ormai si profila, a febbraio, la nomina del nuovo presidente della Fifa.

Come alcuni mesi fa, gli arresti sono stati eseguiti nello stesso hotel di Zurigo, dove la Fifa è solita svolgere i propri summit. Il blitz della polizia locale avrebbe costretto il titolare dell’hotel ad invitare gli ospiti a lasciare momentaneamente l’hotel, per una vicenda di ‘estrema gravità’. Un ulteriore affronto per il board presieduto da Blatter, dilaniato dalle gravissime accuse di corruzione che gettano ombre sull’organizzazione di eventi cruciali come i campionati mondiali. Adesso la speranza è che la gestione futura possa ridare lustro ad uno sport sul quale pendono molte ombre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche