Fight List: elenco parole e risposte per vincere

Tecnologia

Fight List: elenco parole e risposte per vincere

Fight List

È il gioco del momento, ed è disponibile sia per Android che per iOS: ma qual è il segreto per avere successo a Fight List?

Fight List: breve descrizione

Sta diventando in breve tempo uno dei trend più interessanti e, per così dire, addictive del mondo della rete. Fight List è un gioco di società virale, nella sua versione 3.0, che sfrutta la rapidità e capillarità di diffusione di qualsiasi app che sfrutti i sistemi operativi iOS e Android per darsi a un pubblico potenzialmente vasto e inesauribile.

Funzionamento del gioco

Ma come funziona Fight List, e quali meccanismi adopera? Si tratta, in sostanza, della variante del celebre gioco di società “Nomi, cose, città, animali”, cui spesso si aggiungevano categorie ulteriori per aumentarne la complessità. Si gioca uno contro uno, e si hanno a disposizione 45 secondi per individuare e scrivere il maggior numero di elementi appartenenti a una categoria scelta in maniera random dal gioco stesso.

Fight List: peculiarità

Ci sono però alcune differenze rispetto al vecchio gioco che eravamo soliti fare con carta e matita.

In primis, le categorie sono molto più specifiche: ad esempio, “Canzoni di Laura Pausini”, oppure “Film con George Clooney” o ancora “Capitali europee”. In secondo luogo, non è obbligatorio che le risposte abbiano tutte la stessa iniziale, l’importante è che appartengano alla medesima categoria. In terza istanza, esistono risposte di maggiore o minore valore, a seconda del livello di originalità della stessa (quindi, una canzone poco conosciuta della Pausini ha più valore di una sua hit storica).

Il segreto per vincere

Per avere la meglio in Fight List, dunque, non è sufficiente avere una memoria enciclopedica. Bisogna anche che questa sia particolarmente raffinata. In altre parole, bisogna cercare di trovare le risposte più efficaci, quelle che regalano più punti. In questo modo, sarà possibile ottenere vittorie impensate, anche contro gli avversari più ostici, e persino con un numero di risposte inferiore al dirimpettaio.

In pratica (1)

Di conseguenza, quando il gioco vi chiederà, ad esempio, di menzionare i vincitori del Festival di Sanremo dal 1980 a oggi, non limitatevi ai soliti, e facili, Elisa, Marco Mengoni e – da qualche mese a questa parte – Francesco Gabbani: sono troppo celebri, e pertanto valgono pochi punti.

Andate piuttosto a ripescare Annalisa Minetti, Tiziana Rivale o la Piccola Orchestra Avion Travel, che sicuramente frutteranno un punteggio più alto.

In pratica (2)

E se invece vi chiederanno dei registi nati dopo il 1920, sappiate che qui – e solo qui – maestri venerati quali Martin Scorsese o Stanley Kubrick non valgono quanto onesti mestieranti come Guy Ritchie o Kevin Smith. Insomma, siate fantasiosi, e in ogni caso osate risposte fuori dagli schemi: in linea di massima, Fight List dovrebbe premiarvi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche