Filippine, Duterte è il nuovo Presidente

Esteri

Filippine, Duterte è il nuovo Presidente

Filippine, Duterte è il nuovo Presidente

Rodrigo Duterte è il Presidente delle Filippine: stravince sugli altri candidati.

Duterte ha totalizzato il 39% dei voti, distanziando di molto tutti gli altri candidati. Nonostante non ci siano ancora i risultati definitivi, sembra ormai scontata la vittoria del candidato soprannominato “il Punitore”. Ad accettare la sconfitta e congratularsi con il neo Presidente, è Grace Poe, la era avversaria di Duterte. L’affluenza alle urne è stata dell’80%, sempre secondo i dati non ancora definitivi; i cittadini erano chiamati a votare il presidente, il nuovo Parlamento e numerose altre cariche locali.

Il suo soprannome, “il Punitore”, gli è stata affibbiato anni fa dal Time in cui si elencavano le caratteristiche di quest’uomo, definito anche il Donald Trump orientale. Duterte fa parte di un corpo paramilitare che sconfigge la criminalità organizzata con vere e proprie spedizioni, che terminano immancabilmente con l’assassinio dei criminali.

Duterte è stato eletto sindaco di Davao City nel 1998 e ha ricoperto la stessa carica per altri due mandati.

Fino al 2015, ha reso la città che amministrava una tra le più sicure al mondo e la più pacifica nelle Filippine. Nonostante questa abilità, però, sono in molti a sottolineare che le modalità con cui è arrivato a questo primato non sono state altrettanto pacifiche: il corpo paramilitare sarebbe intervenuto più volte per debellare i gruppi più pericolosi, totalizzando 1424 uccisioni, dal 1998 al 2015.

Il neo Presidente Duterte è stata spesso protagonista di infelici dichiarazioni all’apparenza ironiche e scherzose, ma molti filippini sono preoccupati di quanto farà durante il suo mandato da Presidente. Molti altri invece pensano che, nonostante quanto avrebbe fatto da sindaco, durante la legislatura si impegnerà a continuare il cammino delle riforme iniziato dal suo predecessore, portando avanti anche l’avanzata del PIL e dell’economia nazionale, che negli ultimi anni è raddoppiata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche