Filippo d’Asburgo “il Bello”, il grande amore di Giovanna “la Pazza”

Filippo il Bello e Giovanna la Pazza
Filippo D’Asburgo è passato alla storia come “il Bello” e pare che lo fosse davvero: slanciato, atletico, dal portamento elegante, begli occhi azzurri e lunghi capelli biondi, di lui si innamorò perdutamente la principessa spagnola Giovanna, figlia di Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia, una donna dal destino triste, divenuta per tutti “la Pazza”, sebbene pazza non fosse affatto.

Leggi anche: Alberto Angela: speciale sulle bellezze di Firenze


Nel 1496 i due giovani si sposarono e vissero, almeno all’inizio, in una totale comunione d’amore e passione, purtroppo destinata a finire presto, causando enorme dispiacere nel cuore della devota Giovanna.

Leggi anche: Alla ricerca dei fantasmi per le strade di Milano


Già a distanza di qualche mese dalla celebrazione delle nozze, Filippo, perso l’iniziale sentimento e interesse nei confronti della neo sposa, cominciò a tradirla ripetutamente persino con le domestiche che lavoravano a corte; non può stupire quindi, che la povera Giovanna si lasciasse spesso andare a violente crisi di gelosia, che non solo non sortivano l’effetto sperato, quello di riportare l’amato marito verso di lei, ma finivano anzi per infastidirlo e allontanarlo ancora di più.

Leggi anche: Beatrice Cenci, Il fantasma più famoso di Roma


La favola era ormai divenuta dramma e possiamo supporre che Filippo si sarebbe presto liberato dell’ingombrante e soffocante presenza della consorte, se la morte non lo avesse colto di sorpresa prima di poterlo fare; l’uomo morì dopo dieci giorni di penosa agonia il 10 Settembre del 1506, sembra, a seguito di una congestione dovuta all’ingerimento di una bevanda ghiacciata dopo una partita di pallone.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche: Chiesa di San Geremia Venezia


Una morte banale, che gettò nello sconforto Giovanna, infelice personaggio di cui Historyblog racconterà presto la tragica vita, distrutta da diabolici e oscuri giochi di potere orditi alle sue spalle dagli uomini che aveva amato di più.

Leggi anche: Circo ottocentesco: le inquietanti foto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*