Fincantieri, bloccare le città fino a quando Monti non riceverà una delegazione COMMENTA  

Fincantieri, bloccare le città fino a quando Monti non riceverà una delegazione COMMENTA  

La tensione sale ed è palpabile per tutti. A Palermo il piano di rientro per evitare la chiusura definitiva dello stabilimento Fincantieri prevede 140 licenziamenti su un personale di 500 operai, a Genova 300 operai hanno bloccato i gate di accesso all’aeroporto per ore mentre la protesta si allarga a macchia d’olio.saf Mentre l’incontro separato dei sindacati da parte del premier Monti è ancora in fase di discussione lo scenario che si respira nelle città coinvolte dalla protesta è fosco. Centinaia di operai attraversano sistematicamente la città nei suoi punti nevralgici, abbattono i cassonetti bloccando il traffico stradale, qualche cassonetto incendiato inizia pericolosamente a viaggiare verso i palazzi del governo regionale. La tensione continua a salire proprio mentre arrivano due segnali poco incoraggianti. La decisione finale sull’acquisto o meno degli F-35 (giudicati inefficienti dagli stessi generali americani nel confronto con i velivoli russi e cinesi) da parte dell’aeronautica militare determinerà anche il destino di ulteriori future commesse italiane, solitamente dedicata al settore militare o delle grandi navi, da crociera e petroliere. Una delle ultime opere prodotte dai cantieri italiani era la piattaforma petrolifera mobile più grande al mondo, in grado di essere rimorchiata su qualsiasi oceano ed in grado di avere ottimi livelli di pescaggio del greggio in mare. Ma la Fincantieri è minacciata dall’invasione cinese, decisa più che mai a togliere la supremazia nei mari agli americani e, di riflesso, alla lunga tradizione cantieristica italiana. L’unica speranza è un aggiornamento dei macchinari ed una coraggiosa (e dispendiosa) politica di specializzazione nelle produzioni. Un problema difficile da affrontare in poche settimane e che avrebbe richiesto uno sforzo programmatico più lungo ed oculato.

Leggi anche: Addio a Black, muore in un incidente stradale l’autore di “Wonderful Life”

I dati sulla chiusura delle aziende parlano chiaro. safMentre il nostro spread rimane alto i negozianti che si sono rifugiati sotto l’ombrello protettivo dei grandi centri commerciali soffrono, le banche non concedono credito e gli imprenditori più virtuosi si suicidano.

Leggi anche: Brescia shock: uccide la moglie e si suicida contromano sulla A4

Non solo nel nord-est, ma anche a Catania, nel polo industriale di una Sicilia che vede con la chiusura di Termini Imerese la fine di un’era.

saf
La tensione sale ed in alcune città le forze dell’ordine lanciano l’allarme: c’è un concreto pericolo di atti di guerriglia urbana e di gesti para-terroristici, finora concentratisi nei confronti di Equitalia ma che potrebbero estendersi a macchia d’olio con il saldarsi dei contatti tra le associazioni anarco-insurrezionaliste ed ambienti della società civile.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Khakassia meteorite
News

Khakassia: esplode un meteorite gigante

Un vero spettacolo quello avvenuto in Repubblica di Khakassia,  Siberia sud-ovest: una  grande palla di fuoco esplode nel cielo e lo illumina a giorno Una meteorite gigante illumina il cielo  a giorno. Incredibile ma vero. "In un primo momento, non riuscivo a capire cosa stava succedendo. C'era una luminescenza improvvisa quasi come fosse giorno". Così racconta una delle tante testimoni,   Olga Sagalakova . "Abbiamo seguito la luce con lo sguardo e proprio sopra la  montagna vicino a noi ... c'era enorme meteora che volava. La meteora aveva una coda. Francamente, ero spaventata. Ho pensato che fosse una bomba ". Panico paura e stupore per questo evento straordinario Leggi tutto
About Francesco Quartararo 665 Articoli
Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

2 Commenti su Fincantieri, bloccare le città fino a quando Monti non riceverà una delegazione

  1. Nessuno dei Politici al Governo e dell'opposizione, in carica oggi e nel passato prossimo ha tutelato il Popolo Siciliano, i Fondi europei destinati alla Sicilia non sono mai arrivati perchè La Regione Siciliana ha permesso a Tremonti di compensarli con l'europa per non far pagare le multe sulle quote latte. Nessuno ha pensato o voluto predisporre un "volano" di attività ingegneristica alternativa per sostituire il lavoro programmato che si doveva perdere in Italia ed in Sicilia per delocalizzarlo altrove. Ma La gravità in questa "operazione finanziaria" estremamente inaccettabile, pericolosa, rischiosa per tutti, va pure oltre la perdita del lavoro di centinaia di persone, ci si deve allertare sul fatto, che l'obbiettivo di oggi è voler appositamente mettere in crisi Fincantieri per indebitarla e passarla di proprietà a prezzo stracciato alle banche attraverso una quota di maggioranza come già accaduto con Telecom Italia spa. In Telecom Italia la privatizzazione dell'asset strategico delle telecomunicazioni italiana si è rilevato un disastro per tutta la Nazione con intercettazioni illegali e quant'altro. Se accade anche con Fincantieri questo potrebbe essere l'inizio di percorso che investirebbe anche Finmeccanica ed il controllo della produzione di armi da guerra va in mano alle banche che potranno per loro scopo di lucro generare crisi e guerre per alimentare sempre di più i loro
    "loschi" affari. Oggi è estremamente urgente creare una grande e democratica casta: "LA CASTA DEL POPOLO" che elegge urgentemenete dei rappresentanti del popolo per preciso mandato devono fare delle "Leggi ad Personam" per la brava gente, per le famiglie, per i ragazzi, per gli ambulanti, per gli operai, per la piccola industria artigianale. Ho cercato un Partito del Popolo, ed ho deciso di aderire al Partito del Popolo Siciliano. I politici attuali rappresentano altri interessi ed hanno ottenuto molti voti grazie ai soldi che li hanno fatto apparire. Oggi serve scegliere i candidati che non hanno legami con il potere e che portano in pancia Leggi ed emendamenti per migliorare la vita a tutta la cittadinaza con equità e senza interessi lobistici di parte.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*