Finiscono i blocchetti per le multe…i vigili scrivono su fotocopie! COMMENTA  

Finiscono i blocchetti per le multe…i vigili scrivono su fotocopie! COMMENTA  

I vigili finiscono i blocchetti delle multe. E allora dove scriveranno le varie multe? Su delle fotocopie o come ammettono altri “dove capita”.

Il vicecomandante generale Diego Porta comunica che “sono terminate le scorte dei modelli indicati in oggetto (quelli delle multe, ndr) e che i nuovi modelli non sono ancora disponibili a causa di difficoltà di stampa”.

Quali siano le difficoltà di stampa non è dato saperlo. C’è chi dice che non c’erano i soldi per pagare la tipografia, chi che è stato un errore della ditta appaltatrice e chi parla di un banale ritardo nell’ordine. Sta di fatto che i vigili in questi giorni girano per le strade di Roma facendo contravvenzioni su delle fotocopie autoprodotte come consigliato dallo stesso vicecomandante Porta.


Che ci sia qualcosa di strano lo si intuisce in un passaggio: «Il modello autoprodotto – si legge sempre sulla circolare – non deve essere mai lasciato sul parabrezza del veicolo». Una procedura, quest’ultima, non obbligatoria ma che ha una doppia funzione: da una parte avvisare l’automobilista che è stato multato e quindi evitare che il giorno successivo possa incorrere in un altro verbale e dall’altra, rappresenta un deterrente per tutti gli altri che vedendo la multa sul parabrezza non parcheggiano.


Le associazioni per la difesa dei consumatori, intanto, si stanno già organizzando per una valanga di ricorsi anche se i vigili assicurano che sia tutto regolare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*