Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle

Calcio

Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle

Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle
Fiorentina-Inter 5-4: i viola ribaltano, Pioli crolla. Ecco le pagelle

Gara da ricordare, gara da dimenticare. Nella 33ª di Serie A, è andata in scena, allo stadio "Franchi” di Firenze, la sfida tra i padroni di casa e l’Inter.

Un inizio alla grande, per gli uomini di Sousa. La Fiorentina, infatti, passa in vantaggio al 23′ con Vecino dopo un’ineccepibile azione. Ma l’Inter non si arrende e capovolge la situazione, trovando il pareggio al 29′ con Perisic e, dopo soli 5 minuti, con Icardi lanciato magistralmente verso la rete da Joao Mario. Ma nel secondo tempo, il naufragio dei nerazzurri che prendono gol in tutti i modi: di testa, da Astori al 63′; a distanza, da Vecino al 64′; da Babacar, al 70′ e 79′. Partita finita? Macchè! Icardi ha ancora un po’ di energia in serbo per il gran finale e si scatena con un capolavoro al 88′ e con uno stacco su calcio d’angolo 90′. Ma non basta. Sono i viola a cantar vittoria.

Ecco le pagelle di Fiorentina-Inter 5-4

FIORENTINA

Tatarusanu: 6 – Due gol sui quali può far nulla. Inoperoso nel secondo tempo, fino alla magnifica rete firmata Icardi.

Incolpevole.

Tomovic: 6 – Soffre molto Perisic, che è in forma smagliante. Riesce a trovare le misure soltanto nel secondo tempo.

Sanchez: 5 – Il ruolo da centrale di difesa non è quello che gli calza meglio. Soprattutto se deve assillare un grande bomber come Icardi. Questo, infatti, sfrutta un suo errore in marcatura per segnare.

Astori: 6 – Non gli riesce proprio di arginare Candreva. In sofferenza nel primo tempo. Per lui, è meglio impostare che difendere. Trova il gol del 2-2 con un stacco aereo su calcio d’angolo.

Milic: 6 – Si propone di continuo sulla sinistra e ha il merito di trovare Vecino per il gol del vantaggio viola. Decisamente peggio in fase difensiva, dove non riesce ad aiutare Astori, lasciandolo in balia degli attaccanti avversari.

Tello: 6 – Punta sempre ma non riesce a incidere. Anzi, è spesso costretto ad effettuare ingenui cross dalla trequarti facilmente anticipabili dagli avversari.

Badelj: 6 – Sa gestire i ritmi al centrocampo e scambia molto bene con Bernardeschi e Borja Valero.

Ma è grave il tunnel subito a centrocampo, proprio quello che dà il via all’azione del primo pareggio nerazzurro.

Vecino: 7,5 – Gioca una buona partita, si propone spesso in avanti e trova il gol grazie ad uno splendido inserimento che perfora la difesa dell’Inter. Fa il bis con un gran rasoterra dalla distanza. Laureato migliore in campo.

Bernardeschi: 5 – Si muove come un globetrotter, ma pecca di superficialità e perde palloni di troppo. Soprattutto spreca il rigore del 2-2 con un inguardabile “cucchiaio” (Ilicic: 6,5 – entra e ribalta i risultato).

Borja Valero: 6,5 – Nel primo tempo è il migliore. Va vicino al gol in un paio di occasioni e dà il via all’azione della rete dei viola con un delizioso filtrante. Nel secondo tempo, prende bene possesso del centrocampo gestendo, a spron battuto, i ritmi della partita.

Babacar: 7,5 – Un toro in corsa che apre molti spazi per i compagni e si guadagna un calcio di rigore sfruttando un ingenuità di D’Ambrosio.

Al 70′, ridicolizza Medel e mette la palla all’angolino per il 4-2. Stessa cosa su Miranda firmando la doppietta.

All. Paulo Sousa: 6 – La sua squadra soffre eccessivamente, in fase difensiva, nel primo tempo. Il secondo tempo, invece, è una vera e propria lezione di calcio all’Inter. E a Pioli.

INTER

Handanovic: 6,5 – Senza colpa sul gol di Vecino ma compie una grande parata su Borja Valero e si esalta parando il rigore di Bernardeschi. Forse poteva fare di più sul tiro dalla distanza di Vecino.

D’Ambrosio: 5,5 – Regala un rigore agli avversari con clamorosa ingenuità. Soffre tremendamente le sovrapposizioni di Milic. Molto meglio in fase offensiva, dove riesce a proporsi con più continuità.

Medel: 4 – Ingenuo in occasione del vantaggio viola: si deve essere del tutto dimenticato di essere un centrale di difesa. Ancora peggio in occasione del 4-2, ridicolizzato in campo aperto da Babacar.

Miranda: 4,5 – Soffre la fisicità di Babacar e i continui inserimenti dei centrocampisti viola.

Malissimo sul secondo gol di Babacar. Rimandato.

Nagatomo: 6 – Il migliore della precaria difesa dell’Inter. Regge bene Tello. Fortunatamente, dalle sue parti si soffre pochissimo.

Kondogbia: 4,5 – Che brutta partita! Patisce visibilmente il dinamismo di Vecino e la tecnica dei centrocampisti avversari.

Gagliardini: 5 – Poco brillante in questa partita ma anche nelle ultime settimane. Stasera, infatti, non riesce mai a contenere la qualità di Borja Valero.

Candreva: 6 – Buono il primo tempo. Trova l’assist per Perisi. Poi si eclissa come tutta l’Inter.

Joao Mario: 6 – Buone giocate nel primo tempo. Calato nella ripresa. Naufragato sul finale assieme a tutti i suoi compagni.

Perisic: 6,5 – Un primo tempo perfetto. Salta sempre l’uomo e va in gol. Nel secondo tempo, anche lui, si spegne.

Icardi: 7 – Si vede soltanto in occasione del gol del momentaneo vantaggio dei suoi. Nella ripresa, invece, non sfiora nemmeno un pallone. Fino al minuto 88′, quando trova il gol del 5-3 e poi quello del 5-4.

All. Stefano Pioli: 4,5 – La sua squadra regge il ritmo nel primo tempo. Ma la ripresa è disastrosa, un’offesa alla dignità nerazzurra. Dispiace dirlo, ma lui è il primo dei colpevoli. Non è mai riuscito a dare una scossa ai suoi giocatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche