Fiorentina - Inter; la vigilia - Notizie.it

Fiorentina – Inter; la vigilia

Inter

Fiorentina – Inter; la vigilia

Vigilia importante quella di Firenze, l’ambiente interista sembra sereno e mr. Stramaccioni vuole trasmettere fiducia alla squadra in vista delle importanti “finali” per il raggiungimento del 3° posto.

Rispetto per la Fiorentina : ““La Fiorentina, al di là delle difficoltà di classifica, viene da risultati positivi. Ha vinto in casa del Milan e ha fatto comunque una prestazione solida con il Palermo. Vogliono tirarsi fuori dalla zona calda e Firenze non è mai un campo facile, anche dal punto di vista ambientale”.

Il tecnico interrogato sulla partita ha spaziato un po’ su tutto.

L’Inter e Sneijder: l’orange se raggiungesse una buona forma fisica potrebbe rappresentare un valore aggiunto nella rincorsa per il 3° posto; l’unica cosa che bisogna appurare è appunto la sua condizione, la sua tenuta di gioco.

Stramaccioni ha escluso che Sneijder possa divenire un problema per lui e per l’Inter: “Un giocatore come Sneijder non può essere un problema. Ha delle caratteristiche uniche nella nostra rosa e l’unico problema può essere dettato dalle sue condizioni fisiche.

Vedremo quanti minuti ha nelle gambe ma per me è importante avere giocatori di qualità alle spalle della prima punta”.

Più possibile l’impiego di Maicon, il giocatore sembra aver recuperato l’infortunio ed è probabile l’utilizzo del forte giocatore carioca, anche se il mr. dovrà valutare la condizione con il dottore per non rischiare un nuovo infortunio.

Complicata la gestione di Ranocchia e Pazzini; entrambi sono giocatori importanti per l’Inter, il mr. ha comunque ricordato che in questo momento bisogna remare compatti per centrare l’obiettivo qualificazione Champions.

Stramaccioni crede in Ranocchia, però non lo considera utile in coppia con un giocatore come Lucio, per questo motivo, probabilmente gli preferirà, Chivu, questo non significa comunque che Ranocchia venga giudicato un giocatore non da Inter.

Anche la posizione di Pazzini è da valutare : “Giampaolo sta benissimo e si allena con un impegno incredibile. E’ molto motivato e in questo l’Inter ha una grande fortuna. Possiamo permetterci di fare delle scelte.

Quella di lasciare in panca Giampaolo è dolorosa ma è un grande professionista e ci darà sicuramente una mano, come ha fatto quando è entrato in campo contro Cagliari e Siena”.

Stramaccioni è stato chiamato ad un difficile compito ma ha deciso di non lasciare nulla d’intentato: “Mi è stato chiesto di vincere, vogliamo provare ad arrivare al terzo posto. Ci crediamo, teniamo un profilo basso e parliamo poco. Lavorare, lavorare, lavorare. Ma ci crediamo”.

Il carattere c’è, speriamo che non manchi la fortuna.

Cereda Stefano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Stefano Cereda 439 Articoli
Laureato in Scienze Storiche all'Università Statale di Milano, relatore in un convegno patrocinato dalla Provincia di Lecco sui 150 anni dell'Unità d'Italia, per il medesimo convegno autore di un saggio sul Risorgimento.