Firenze: manifestazione antixenofoba dopo la strage di piazza Dalmazia COMMENTA  

Firenze: manifestazione antixenofoba dopo la strage di piazza Dalmazia COMMENTA  

Firenze: manifestazione antixenofobia dopo la strage di piazza Dalmazia
‘Camminiamo mano nella mano, unite contro ogni forma di odio e razzismo’ l’appello di Assan Kebe coordinatore del movimento antirazzista fiorentino

In migliaia per dire no al razzismo dopo i fatti di martedì, con la strage di senegalesi a opera di Gianluca Casseri, estremista di destra simpatizzante di Casapound. Corteo anche a Napoli. Il ministro della Cooperazione internazionale e all’integrazione accusa: ‘Troppo si è praticato il disprezzo, troppo si è parlato con durezza e con asprezza di gruppi etnici minoritari e poi si è detto: tanto sono cose così noi urliamo, le parole non pesano’.

Le persone stanno sfilando da piazza Dalmazia in direzione della stazione di Santa Maria Novella. Semplici cittadini che hanno aderito, militanti dei sindacati e dei partiti. Si vedono bandiere di Cgil, Pd, Sel, e di varie associazioni antirazziste. Tra i leader politici e i rappresentanti delle istituzioni, il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, il leader di Sel Nichi Vendola, il sindaco di Firenze Matteo Renzi, il segretario nazionale del Psi Riccardo Nencini, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, l’imam di Firenze Izzedin Elzir.

Leggi anche: ZeroCalcare, profilo oscurato su Facebook


Finora la manifestazione si è sviluppata pacificamente. Soltanto un gruppuscolo di esponenti dell’area antagonista e dei centri sociali ha fischiato il passaggio dei politici e ha gridato in particolare contro il sindaco di Firenze, Matteo Renzi dicendo ‘Renzi fascista, sei il primo della lista’. Il corteo si sta avvicinando a Santa Maria Novella.

Leggi anche: Wainer Monti: una sfida ai ladri su facebook


Intanto a Firenze, scomparsi due pc in uso al killer dei senegalesi. Si indaga su estrema destra

‘Vorremmo un corteo silenzioso e pacifico, senza musica e tamburi perche’ questo e’ il momento del cordoglio, e
fatti di persone che camminano mano nella mano, unite contro ogni forma di odio e razzismo’. Questo l’appello lanciato da Assan Kebe, coordinatore della grande manifestazione antixenofobia. Un corteo pacifico: questo chiedono dunque i senegalesi, anche se c’è timore per l’infiltrazione di possibili elementi dell’area eversiva. Gli occhi delle forze dell’ordine saranno ben aperti.


‘Vogliamo tutti una manifestazione nonviolenta – prosegue – e chi ha intenzione di parteciparvi comportandosi in modo diverso sappia che ci siamo preparati per gestire questo tipo di situazioni’, dice Kebe. ‘Abbiamo un servizio d’ordine composto di tanti senegalesi che per lavoro si occupano di sicurezza e si sono resi disponibili a prestare la loro professionalita’ anche domani, durante il corteo. La rete e’ gia’ stata organizzata. Ma l’importante adesso – conclude – e’ che passi il messaggio piu’ importante: dire no alla violenza, no all’odio, no al razzismo e a chi fomenta l’ostilità tra i diversi‘.

‘Un minuto di raccoglimento prima dell’inizio di tutte le partite di tutti i campionati e un invito a promuovere momenti di riflessione dopo l’uccisione di Mor Diop e Samb Modou‘. Il vicesindaco e assessore allo sport del Comune di Firenze, Dario Nardella lancia un appello affinchè nel fine settimana il mondo dello sport fiorentino ricordi i due senegalesi barbaramente uccisi in piazza Dalmazia.

L'articolo prosegue subito dopo


‘In questi giorni – spiega il vicesindaco Nardella – ho ricevuto da parte delle societa’ sportive proposte e sollecitazioni per ricordare le due vittime incolpevoli. Sono profondamente convinto che lo sport rappresenti una cassa di risonanza importante nella lotta al razzismo e uno straordinario strumento di integrazione e accoglienza. Per questo invito a utilizzare gli eventi di questo fine settimana per rivolgere un pensiero a Mor Diop e Samb Modou‘.

Leggi anche

TANTRA.
News

Tantra: significato e sesso tantrico

Cosa intendiamo con la parola "Tantra"? Che cos'è il sesso tantrico? Scopriamo insieme tutti i segreti del sesso tantrico. La parola "Tantra" ha origine dal sanscrito con il significato di dottrina e tecnica e definisce una disciplina indiana che permette di raggiungere l'estasi. Questa tecnica è utilizzata anche per vivere la sessualità al massimo scoprendo sia i poteri dell'energia femminile che quelli dell'energia maschile. Il mondo tantrico permette di credere nell'amore, trovare la bellezza nelle piccole cose e in generale vivere in modo positivo la propria vita. Possiamo parlare di "Sesso Tantrico" quando attraverso il rilassamento e il piacere di Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Firenze: manifestazione antixenofoba dopo la strage di piazza Dalmazia - Allnewz.it | Allnewz.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*