Firenze negli occhi dell’artista. Da Signorini a Rosai

Cultura

Firenze negli occhi dell’artista. Da Signorini a Rosai

MOSTRA “FIRENZE NEGLI OCCHI DELL’ARTISTA. DA SIGNORINI A ROSAI”

Firenze,Firenze, ancora Firenze. Amata e comunque ineludibile.
Apparentemente uguale a se stessa nei capisaldi monumentali: e invece, quante trasformazioni attraverso i secoli, e quanto importanti sempre la stessa e sempre nuova, che i pittori d’oggi stanno creando per gli occhi di domani”(C. Acidini).

Alla Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti fino al 28 ottobre sono esposti 49 dipinti che raffigurano la città di Firenze ripresa da diverse prospettive. Attraverso di essi sono visibili le trasformazioni e i cambiamenti di cui Firenze è stata oggetto tra ‘800 e ‘900.

Immagini di spaccati cittadini, scene quotidiane di altri tempi, immagini di una Firenze che ormai non c’è più, come, per esempio, i dipinti che ritraggono la zona del Mercato Vecchio, zona della città che fu demolita per la creazione dell’attuale Piazza della Repubblica. .

L’occasione di questa mostra è nata con il ritorno alla Galleria d’arte moderna, dopo un lungo deposito presso l’ex Museo di Firenze com’era, di 16 dipinti che documentano luoghi di Firenze, affiancati da 33 opere dedicate alla città e mai esposte.

La mostra è divisa in cinque sezioni si va dalle visioni del Settecento di Giuseppe Maria Terreni a quelle di Giovanni Signorini, fino alle raffigurazioni di scene cittadine di Telemaco Signorini.

Il percorso è affiancato dalle fotografie di Antonio Quattrone i cui soggetti sono gli stessi luoghi proposti nei dipinti.

La vera protagonista di questa mostra è, quindi, la città di Firenze che è capace di sedurre anche attraverso questo viaggio nel tempo, un viaggio che ritrae i suoi cambiamenti nel passare dei secoli e che fa venire voglia di fare un salto nel passato.

Per info: www.

Firenzedasignoriniarosai.it

Francesca Masotti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche