Firenze, scambio con la Boston University School of Law COMMENTA  

Firenze, scambio con la Boston University School of Law COMMENTA  

 

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Firenze ha comunicato che è stato siglato un accordo di scambio con la Boston University School of Law: gli studenti interessati dovranno essere iscritti almeno al II anno di un corso di laurea magistrale o triennale  per l’anno accademico 2012/2013 per essere ammessi alla selezione.

Leggi anche: Neolaureati e il lavoro. Il 90% trova lavoro nei primi 5 anni


Gli studenti di Giurisprudenza che si vogliano candidare dovranno essere in possesso del certificato TOEFL con un punteggio di 100 (se rilasciato via Internet), come attestazione della buona conoscenza della lingua inglese; nel caso in cui non lo abbiano dovranno ottenere un certificato C1 presso il Centro linguistico di Ateneo e in seguito ottenere il titolo suddetto.


La selezione avverrà attraverso un colloquio ad opera di una commissione nominata dal Consiglio di Facoltà, che sceglierà lo studente che trascorrerà un semestre a Boston.

La domanda deve essere presentata entro il 3 Febbraio del 2012 attraverso l’apposito modulo che potrete trovare sul sito http://www.giuris.unifi.it e inviata o consegnata all’indirizzo Presidenza della Facoltà di Giurisprudenza, Servizio Relazioni Internazionali, via delle Pandette 32, Edificio D1, secondo piano – 50127 Firenze.

Leggi anche

babbo-natale
Cultura

Babbo Natale esiste o no

Ci sono ancora bambini che credono a Babbo Natale e attendono con ansia di ricevere i suoi doni a Natale. Ma quanto c'è di reale in questo personaggio? La maggior parte dei genitori si sente rivolgere la fatidica domanda “Babbo Natale esiste o no?” dai propri figli appena riescono a percepire la realtà distinguendola dalla fantasia. Per alcuni questo momento arriva presto (fra i 3 e i 9 anni), per altri si prolunga un po’. Una cosa è certa: nell’immaginario collettivo dei più piccoli il personaggio di Babbo Natale ha persino soppiantato Gesù Bambino. Per i bimbi in tenera età Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*