Firenze si sveglia con la neve COMMENTA  

Firenze si sveglia con la neve COMMENTA  

Firenze, fuori dalla finestra
Firenze, fuori dalla finestra

Firenze e le sue colline si sono svegliate stamani mattina ricoperte da un leggero strato di neve, che non ha creato grandi disagi.

Questa volta Firenze era preparata all’arrivo della neve, per non rivivere l’incubo del 17 dicembre 2010 quando la città rimase completamente bloccata dall’annunciata neve.


E come nel 2010 il Sindaco Matteo Renzi ha aggiornato i fiorentini e fatto le comunicazioni attraverso il suo profilo Facebook. Tra le comunicazioni date anche la notizie che stamani, mercoledì 1 febbraio, le scuole fiorentine sono rimaste aperte. Grossa protesta degli studenti sul web, ma nessuna motivazione ne giustificava la chiusura.


Infatti i mezzi spargisale e spalaneve sono stati in azione tutta la notte, garantendo strade libere alla circolazione di auto e moto stamani mattina. Pochi i disagi e limitati a poche aree della città e del suo territorio.


Sono 19 i comuni, i cui sindaci hanno firmato la delibera per la chiusura scuole. Tra questi i comuni di Barberino Val d’Elsa, Campi Bisenzio, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Empoli, Figline Valdarno, Fucecchio, Gambassi Terme, Incisa, Lastra a Signa, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, San Casciano in Val di Pesa, Signa, Tavarnelle Val di Pesa, Vinci.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*